• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Giordania: "Gender Paradox", più le donne sono istruite e meno trovano lavoro
Paesi non UE
 


Gli esperti lo chiamano "gender paradox", paradosso di genere: benché in Giordania ci siano più donne laureate che uomini, la disoccupazione femminile risulta più del triplo di quella maschile. Colpa delle costrizioni sociali e dei pregiudizi culturali che ritengono le donne meno produttive degli uomini, e che tengono lontane dal lavoro dopo il matrimonio anche quelle che hanno maggiormente investito nello studio. È tempo di colmare il gap, rimarca il rapporto della Banca Mondiale sulle pari opportunità "Partecipazione economica, agenzia e accesso alla giustizia in Giordania".

Con i suoi sei milioni e mezzo di abitanti, al 92% musulmani, quasi la metà palestinesi rifugiatisi qui dopo la nascita dello Stato ebraico, la Giordania si è trovata ostaggio della geografia regionale e dal 1948 ha svolto un ruolo cruciale come "zona cuscinetto" nelle guerre che hanno dilaniato Israele, Siria, Iraq, Libano, Arabia saudita. Anche oggi, dopo aver tratto in salvo decine di migliaia di iracheni, la monarchia hashemita è stata coinvolta suo malgrado nell'assistenza ai siriani: risultano circa 600.000 quelli presenti nel Paese nell'aprile 2014, in grande maggioranza donne e bambini.

Lo studio della Banca Mondiale getta luce anche sul sensibile aumento delle donne tra i docenti universitari, mentre le studentesse rappresentano ormai la maggioranza degli iscritti con il loro 52% di presenza contro il 48% degli uomini secondo l'Unesco, in un sorpasso che riguarda anche altri Paesi arabi come Algeria, Bahrein, Kuwait, Libano, Marocco, Tunisia, Qatar, Oman, Siria, Arabia saudita ed Emirati Arabi uniti. I laureati sono oggi circa il 6,5% della popolazione.

Il rapporto della Banca Mondiale denuncia come circa il 50% delle laureate siano disoccupate a fronte del 25% dei colleghi: "la maggior parte delle barriere nel mercato del lavoro derivano da radicate convinzioni culturali e norme sociali che scoraggiano le donne dal diventare potenziali imprenditrici" rimarca Paul Prettitore, uno specialista di settore pubblico che è stato il team leader del rapporto.

A preoccupare gli esperti è soprattutto il paradosso secondo il quale più le donne sono istruite e meno trovano lavoro: nel 2013 la Giordania si è piazzata alla 119esima posizione su 136 Paesi nel Global Gender Gap Report in termini di progresso economico delle donne, molto più in basso rispetto ad altri Paesi in via di sviluppo. I ricercatori hanno notato che "la probabilità di restare disoccupate aumenta con il livello di istruzione delle donne", a differenza di quanto avviene nel resto del mondo per uomini e donne.  

 

Manuela Borraccino
(giugno 2014)
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG