• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Germania: il dibattito politico continua a essere incentrato sul finanziamento delle università pubbliche
 


In Germania, fino alla riforma del federalismo approvata nel 2006, era in vigore una legge che fissava alcuni criteri comuni agli atenei tra cui il divieto di riscuotere tasse per i corsi universitari di primo livello. Nel 2002 sei Länder, capeggiati dall'Unione Cristiano-Democratica (CDU), fecero ricorso contro tale divieto perché, a loro dire, lo Stato centrale invadeva le loro competenze. Vi erano, inoltre, due grandi difficoltà: la copertura finanziaria, cui ancora provvedeva il governo centrale nonostante la gestione degli atenei fosse passata ai governi territoriali, e l'idea che l'abolizione delle tasse avrebbe nuociuto all'autonomia delle università. Nel 2005 la corte Costituzionale annullò il divieto. Sette Länder provarono a introdurre nuovamente le tasse ma la decisione fu così impopolare da indurli tutti a fare marcia indietro, compresi la Baviera e la Bassa Sassonia (che poi hanno eliminato il provvedimento negli ultimi due anni). La maggior parte, tuttavia, ha mantenuto le tasse per i corsi di secondo ciclo e per gli studenti fuori corso.

Con la riforma del federalismo l'amministrazione degli atenei è affidata oggi agli Stati federali, che hanno anche l'onere del finanziamento. A beneficiarne è stato lo stesso Governo, che con una parte della cifra risparmiata ha avviato un programma d'eccellenza destinato a premiare con ulteriori fondi gli atenei dalle performance migliori. I risultati sono presto detti: nell'ultimo ranking del Times Higher Education (THE), che identifica le 200 migliori università del mondo, figurano 12 atenei tedeschi. Ci sono stati, tuttavia, anche risvolti negativi: come ha spiegato la docente universitaria Barbara Kehm, la riforma ha pregiudicato soprattutto gli Stati più poveri della Germania orientale, che, nonostante l'eliminazione delle tasse, non sono in grado di competere.

Se gran parte dell'opinione pubblica tedesca rifiuta le tasse, alcuni organi consultivi influenti e think tanks continuano a impegnarsi per introdurle nuovamente. Attualmente in Germania esistono 379 istituzioni d'istruzione superiore, in cui sono iscritti circa 2,4 milioni di studenti (gli iscritti in atenei privati rappresentano solo il 5% del totale). Sebbene negli ultimi anni il Governo Federale abbia più volte esortato le università pubbliche a cercare finanziamenti privati, circa l'80% dei costi è coperto dai Länder.

 


Elena Cersosimo
(1 dicembre 2014)



(Fonte: Aceprensa)



Articoli correlati nel sito UNIVERSITAS:

Germania: il governo del Baden-Wüttenberg vuole eliminare le tasse universitarie

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG