• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Europei? Fotografia di un continente disorientato
Riccardo Pennisi
 


Editrice Apes, Roma 2014, pp. 176, 12,00 euro
 
Si parla tanto, in questi ultimi tempi, di Unione Europea. Si ricordano i primi anni, le intenzioni dei padri fondatori (Spinelli, De Gasperi, Schumann), l’entusiasmo iniziale, le tante attività compiute per rendere sempre più uniti i Paesi del vecchio Continente contro le superpotenze a Est e Ovest. Ora, invece, prevalgono incomprensioni, dubbi, politiche di austerità, una moneta unica mal sopportata, continui confronti-scontri con i Paesi più stabili e forti: un’Europa tollerata a stento dai cittadini europei. Non bastano i sessant’anni senza guerre per garantire la stabilità della macchina “Unione Europea”.
Il simbolo della disaffezione del popolo nei confronti di un governo si misura dal grado di assenteismo nell’esercizio del diritto-dovere di voto. Non è una prerogativa solo italiana: negli ultimi quindici anni le elezioni del Parlamento europeo hanno visto crescere a ritmi vertiginosi la percentuale degli astenuti.
Riccardo Pennisi, analista politico presso l’Aspen Institute Italia, prova a spiegare il malcontento dei cittadini europei. Scritto e pubblicato alle soglie delle elezioni per il Parlamento europeo del maggio 2014, il volume presenta le caratteristiche principali dell’euroscetticismo che ha colpito gran parte degli Stati membri, a cominciare dai più importanti. L’inadeguatezza dell’attuale Unione Europea risalta nella sproporzione tra le sue attribuzioni economiche e commerciali e quelle politiche, quasi del tutto inesistenti.
L’autore analizza i tre Paesi emblema di questa difficile e ambigua fase di vita dell’Europa. A loro modo Francia, Germania e Spagna rappresentano tre aspetti differenti ma pienamente in sintonia nella “crisi” europea: l’atteggiamento diffidente e rinunciatario che fa perdere di vista il senso dell’appartenenza all’UE (Francia), l’atteggiamento austero, repressivo, fiscalmente esagerato che burocratizza la struttura politica europea (Germania), l’atteggiamento opportunistico e sregolato che sfocia in una piena crisi nazionale di stampo economico e sociale (Spagna).
L’Europa ha unito i popoli economicamente, ma non è stata capace di creare una politica comune. Questo atteggiamento ha influito sulla stima e considerazione che essa ha nei confronti del cittadino, che la sente sempre più lontana dalle sue esigenze e dagli interessi della collettività cui appartiene. La considerazione finale del libro di Pennisi è che l’Unione Europea deve prendere coscienza del fatto che, se vuole sopravvivere, deve cambiare modo di atteggiarsi nei confronti della sua popolazione; altrimenti l’integrazione rimarrà un obiettivo lontano, sempre più difficile da raggiungere.

Danilo Gentilozzi
 
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG