• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Valorizzare la ricerca e l'innovazione italiane
Premio Sapio
 


Premiare studiosi e ricercatori d'eccellenza e dare visibilità ai giovani che si impegnano con passione nella ricerca per raggiungere risultati che danno lustro all'Italia intera. Con questo obiettivo il 16 marzo 2016 è stato assegnato a Montecitorio il XV Premio Sapio per la ricerca e l'innovazione promosso dal Gruppo Sapio (che opera sul mercato nazionale e internazionale nel settore dei gas industriali e medicinali dal 1922) insieme a università, centri di ricerca e istituzioni.

Quest'anno la giuria ha esaminato 141 lavori sottoposti da 193 ricercatori. Nella sezione Innovazione è stato premiato Paolo Cappa (Sapienza Università di Roma) che ha realizzato un esoscheletro indossabile per aiutare a camminare i bambini con disturbi motori; nella sezione Ricerca hanno vinto Laura Bandiera ed Enrico Bagli (INFN di Ferrara) che con Andrea Mazzolari (Università di Ferrara) hanno realizzato uno studio sui cristalli curvi; nella categoria Junior, Federico Bella (Politecnico di Torino) ha vinto con una ricerca sui fotopolimeri a basso impatto per batterie e celle solari; nella categoria Sicurezza il Premio è stato assegnato a Giuseppina Bonizzi (Istituto Europeo di Oncologia) per lo studio sulle tecnologie che consentono di gestire in modo sicuro i campioni biologici usati nella ricerca per la cura dei tumori.

Su un simbolico tappeto rosso sono sfilate 14 scienziate, docenti e ricercatrici che si sono distinte per i loro studi e le loro scoperte e che rappresentano il valore della ricerca femminile (Rosa Bottino, Ilaria Capua, Maria Caramelli, Maria Carini, Giovanna Elisa Carpagnano, Maria Chiara Carrozza, Diassina Di Maggio, Lidietta Giorno, Virna Marin, Michela Matteoli, Federica Migliardo, Francesca Pasinelli, Marta Valenza, Lucia Votano). Virna Marin, vincitrice del Premio Sapio Junior 2010-11, ha raccontato la sua esperienza per testimoniare che non c'è differenza di genere per avere successo nel campo della scienza, della ricerca e dell'innovazione. Quello che serve è un cambiamento culturale per rilanciare il ruolo femminile in ambito scientifico. Per questo sono state ospitate tre studentesse che incarnano la mission del Gruppo Sapio: impegnarsi ogni giorno per essere artefici di un mondo migliore. Durante la premiazione è stato sottolineato infatti che «l'innovazione passa attraverso la scienza, la tecnologia e attraverso il contributo di menti curiose e aperte al cambiamento, in grado di capire, ascoltare, anticipare le tendenze, condividere e trasformare le conoscenze in idee e soluzioni e così prospettare uno sviluppo e nuovi equilibri».

Sul valore della ricerca "in rosa" ha insistito anche Alberto Dossi, presidente del Gruppo: «Questa importante iniziativa scientifica, frutto della concertazione multidisciplinare, oggi vuole anche contribuire a incentivare e valorizzare il potenziale femminile nelle scienze. Sono orgoglioso che questa quindicesima edizione del Premio abbia ricevuto ben 86 candidature femminili su 193, cioè il 45% di spazio alle donne nella ricerca e nell'innovazione, che sono importanti drivers per lo sviluppo economico del Paese ed essenziali espressioni dell'ingegno umano per migliorare la qualità della vita di ciascuno di noi e dell'ambiente nel quale viviamo».

 

Isabella Ceccarini
(17 marzo 2016)

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG