• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Successo in crescita per Erasmus+: i dati sulla partecipazione italiana del 2014/2015
Mobilità europea
 


A giugno l'Agenzia nazionale italiana Erasmus+ Indire ha pubblicato "La mobilità in Erasmus+. Primi risultati nei settori della scuola, istruzione superiore, educazione degli adulti", primo numero della nuova collana editoriale "Quaderni Erasmus+". Il volume esamina i risultati dei progetti presentati nella Key Action 1 a partire dal 2014; l'anno accademico di riferimento è il 2014/2015, anno zero del nuovo programma Erasmus+.

Sull'istruzione superiore, i dati inclusi nel volume sono in continuità con quelli pubblicati dai report degli ultimi anni di Erasmus. Nel 2014/2015 sono stati 30.875 gli studenti italiani in mobilità (24.475 per motivi di studio e 6.400 per tirocinio). Sono stati 2.583 i docenti e il personale amministrativo delle università italiane in mobilità, tendenza in costante aumento. La Lombardia è stata la regione con più studenti in mobilità per motivi di studio (4.398), seguita da Lazio (3.195) e Veneto (2.478); la Toscana ha avuto il maggior numero di studenti in mobilità per tirocinio (674), seguita da Veneto (663) e Lazio (625).

Sui paesi di destinazione, gli studenti italiani continuano a preferire la Spagna (7.587 per studio e 1.396 per tirocinio), seguita da Francia e Germania (3.493 e 3.054 per motivi di studio). Il Regno Unito è scelto soprattutto per mobilità ai fini di svolgere un tirocinio all'estero. Avanzano, nelle scelte, anche Portogallo e Belgio. Stessa classificazione per la mobilità dello staff: Spagna (711 persone), Francia (276) e Germania (239) ai primi posti, con interesse crescente per realtà minori come Polonia, Romania e Turchia. Il binomio Italia-Spagna si rafforza con le scelte fatte dagli studenti internazionali per studiare in mobilità nel nostro Paese: spagnoli in testa (6.506 presenze nel 2014/2015), seguiti da francesi (2.225) e tedeschi (2.130). Interessante notare la maggiore affluenza di polacchi, turchi e portoghesi in Italia.

La novità è il focus sulla mobilità dei docenti e del personale tecnico-amministrativo. Il 30% dello staff in mobilità apparteneva all'area dell'Amministrazione generale, in quota maggiore sui docenti (26%). La motivazione principale data dallo staff per prendere parte alla mobilità è stata la "possibilità di rafforzare la cooperazione con l'organizzazione partner", seguita dal "costruire nuovi contatti e allargare la rete professionale" e dal "acquisire conoscenze e know-how specifico attraverso buone pratiche apprese dall'organizzazione partner".

Cosa rende importante la partecipazione a Erasmus+? «L'appeal del programma è sempre vivo tra i giovani universitari, che affrontano la mobilità consapevoli dell'opportunità che hanno in termini di crescita personale, con uno sguardo attento anche alla futura vita lavorativa». Il livello di soddisfazione è sempre alto: in base ai dati del Participant Report incluso nella pubblicazione il 72% degli studenti ha dichiarato di aver raggiunto gli obiettivi personali in termini di apprendimento, mentre il 77% ha concluso con successo le attività previste nel piano di studi concordato dai due atenei di partenza e accoglienza. Il 45% degli studenti che ha fatto almeno un'esperienza di mobilità si dice pronto a ripartire.



Danilo Gentilozzi
(22 luglio 2016)

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG