• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Cresce anche in Italia l’attrazione per le università cinesi
Mobilità internazionale
 


Le ambizioni della Cina di attrarre sempre più studenti stranieri cominciano a portare frutti, a giudicare dai 397.635 studenti internazionali residenti in Cina nel 2015 secondo i dati ufficiali, provenienti da 202 paesi e iscritti in 811 college, università e istituti di ricerca: un numero che ha superato l'obiettivo fissato da Pechino (350.000). Gli studenti italiani sono passati da 3.516 nel 2011 a 5.600 nel 2016, secondo i dati dell'ambasciata cinese.

È significativo anche il dato che, fra i laureati italiani del 2015, circa il 2,9% abbia svolto un'esperienza di studio in Cina, superando per la prima volta la quota del 2,8% di studenti che ha scelto come destinazione gli Stati Uniti. «Gli effetti della straordinaria crescita economica cinese degli ultimi decenni - commenta a Universitas Elisa Giunipero, direttrice dell'Istituto Confucio dell'Università Cattolica di Milano - hanno reso la Cina attrattiva per tanti studenti italiani che si rendono conto dell'impossibilità di immaginare un futuro lavorativo connesso in vario modo al mondo cinese senza aver vissuto e studiato in Cina almeno per un periodo. La Cina ha investito molto sul proprio sistema universitario, che è enormemente cambiato in pochi decenni: le università cinesi più prestigiose sono oggi luoghi internazionali di eccellenza. Per molti studenti italiani, la scelta della Cina ha poi il sapore di una sfida in più con cui misurarsi: una sfida molto affascinante, che riguarda soprattutto la lingua cinese e l'avvicinarsi a un universo culturale e linguistico "altro". Forse anche il fatto che le università cinesi abbiano tasse universitarie basse rispetto ad altre destinazioni molto attrattive nel mondo può influire sulla scelta».  

Gli studenti internazionali in Cina sono poco più di 240.154 dall'Asia, 66.746 dall'Europa, 49.792 dall'Africa e 34.934 dalle Americhe; le tre destinazioni più gettonate sono Pechino, Shanghai e la provincia di Zhejiang. Questa presenza in costante crescita dal 2005 non necessariamente però prefigura, come diversi osservatori affermano da alcuni anni, un "secolo cinese" anche nelle istituzioni educative o che l'ascesa degli atenei cinesi riesca a scalfire il primato delle università americane a livello globale. «Su questo punto - sottolinea la Giunipero - sarei cauta. È difficile prevedere cosa succederà ma, più che le università americane, forse saranno alcune università europee a subire maggiormente la concorrenza cinese». È probabile piuttosto, che «la decelerazione dell'economia cinese e una conseguente diminuzione delle opportunità di lavoro potranno portare in futuro a una riduzione del numero di studenti che decidono di andare a formarsi in Cina».  



Manuela Borraccino
(12 ottobre 2016)
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG