• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
UE: pubblicata la direttiva sulle condizioni di ingresso e soggiorno di studenti e ricercatori internazionali
 


Il Parlamento Europeo ha approvato la Direttiva UE 2016/801 che facilita le condizioni di ingresso e soggiorno dei cittadini di Paesi terzi per motivi di ricerca, studio, tirocinio, volontariato, programmi di scambio di alunni o progetti educativi.

Il  provvedimento, che fonde con modifiche due direttive preesistenti, è destinato ad accrescere l'entità della forza lavoro specializzata nonché a rendere più attraente e più appetibile il contesto europeo all'immigrazione temporanea dei talenti provenienti da Paesi non UE. L'esperienza attuativa della legislazione vigente ha dimostrato finora che gli Stati membri non sono stati in grado di affrontare integralmente le difficoltà incontrate dai richiedenti altamente qualificati, desiderosi di trasferirsi per motivi di studio o di ricerca. Migliorando le condizioni di ingresso e di soggiorno, la direttiva aiuterà l'insieme dei Paesi membri a superare il gap degli investimenti in ricerca, che contrappongono l'Unione europea agli Stati Uniti (+0,8% di risorse impiegate) e al Giappone (+1,5% di risorse).

Saranno ottimizzati i seguenti elementi:

- durata della permanenza: dopo aver ultimato i loro studi e ricerche, gli studenti non UE avranno il diritto di soggiornare nello Stato membro dove hanno effettuato l'attività almeno per un periodo di 9 mesi successivi, da utilizzare per cercare un lavoro o creare un'azienda;

- garanzie procedurali: i beneficiari godranno di maggiore mobilità e potranno spostarsi più facilmente all'interno dell'Unione europea nel corso del loro soggiorno: in futuro non sarà necessario presentare una nuova domanda di visto, ma soltanto effettuare una notifica allo Stato membro nel quale si recano, mentre sarà consentito il soggiorno per periodi più lunghi rispetto a quelli attualmente consentiti.    

- semplificazione degli aspetti burocratici: la maggiore flessibilità aumenterà le possibilità di spostamento all'interno dell'Unione, con ricadute importanti specialmente per coloro che sono coinvolti in programmi comuni;

 - accesso al mercato del lavoro: durante lo svolgimento dell'attività di studio o di ricerca gli interessati potranno lavorare almeno per 15 ore settimanali e avranno il diritto di farsi accompagnare dai familiari, ai quali è ugualmente riconosciuto il diritto di lavorare durante il soggiorno in Europa.

Gli Stati membri avranno ora due anni per il recepimento della direttiva nella normativa nazionale.

 

Maria Luisa Marino
(4 luglio 2016)

(Fonte: Rikke Uldall, New rules to attract non-EU students, researchers and interns to the EU, European Parliament News - 11/05/2016)


Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG