• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
 



Sono stati assegnati a Bologna i Premi e le Menzioni Speciali 2016 dell’Associazione Italiana Donne Inventrici e Innovatrici (ITWIIN).
La giuria che ha valutato le 23 candidate era composta da Rita Assogna, presidente ITWIIN e specialista di brevetti europei, e da esponenti del mondo dell’economia (Formica), della ricerca (Chatgilialoglu, Tartari, Torsi, Zamboni), dei materiali (Costi), dell’imprenditoria (Ducato) e degli incubatori di idee (Roggeri).
Il Premio conferisce il riconoscimento a risultati ottenuti in tutti i campi scientifici, ingegneristici, tecnici e tecnologici, con particolare riferimento a salute e life sciences, ICT, energia, ambiente, arte e artigianato, moda, design, formazione. Inoltre, particolare rilievo è attribuito all’area food, agro, bio e ambientale. Cinque le categorie previste: Migliore Inventrice, Migliore Innovatrice, Donna Eccezionalmente Creativa, Capacity Building, Alta Formazione.
Il Premio Invenzione è stato assegnato alle ricercatrici Annalisa Bonfiglio (bioingegnere dell’Università di Cagliari) e Beatrice Fraboni (fisica dei materiali, Università di Bologna): la loro collaborazione ha portato all’ideazione e allo sviluppo di una nuova generazione didispositivi elettronici flessibili, a bassa potenza di alimentazione (“wearable electronics”) aprendo la strada ad applicazioni nell’ambito “Internet of Things”.
Caterina Soldano (fisica e nanotecnologia, ETC srl spin-off del CNR di Bologna) si è aggiudicata il Premio Innovazione per lo sviluppo di materiali organici innovativi per elettronica applicabili a nuovi display.
Non di sola scienza vive ITWIIN: infatti Angela Bellia (archeomusicologa, Università Bologna & New York University) ha vinto il Premio Speciale Donna Eccezionalmente Creativa con il progetto All’incrocio tra Digital Humanities e Digital Heritage: applicazione della tecnologia 3D e della realtà virtuale alle scienze umane che può avere importanti ricadute nel campo della comunicazione del patrimonio culturale e musicale attraverso l’uso delle nuove tecnologie. Ovvero come proiettare nel futuro la cultura umanistica grazie all’utilizzo della tecnologia digitale e acustica.
A Cinzia Giannini è andato il Premio Speciale Capacity Building (primo ricercatore di Cristallografia nel CNR di Bari) con il progetto di un laboratorio di MicroImaging a raggi X per caratterizzare tessuti e materiali.
Il Premio Speciale Alta Formazione è stato assegnato a pari merito a Francesca Fallarino (docente di Farmacologia nell’Università di Perugia) e Rosaria Rinaldi (docente di Fisica della materia nell’Università del Salento). La prima ha dimostrato come i prodotti di cellule staminali isolate dal liquido amniotico siano potenti  molecole immunoregolatorie: una scoperta che è oggetto di un brevetto. La seconda, invece, ha presentato un progetto di ricerca su Dispositivi diagnostici per la nano medicina e nano-biofisica.
Il Premio ITWIIN prevede anche una sezione dedicata alle Menzioni speciali: Innovazione Aziendale a Laura Gori e Adele Nardulli (Trans-Edit Group srl) per coniugare il modello di business per avanzati sistemi di traduzione linguistica e sostenibilità aziendale con servizi aziendali per la sostenibilità del lavoro); Medicina & Solidarietà a May El Hachem (responsabile UOC dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma) per la dedizione alla cura e assistenza pazienti con una grave malattia dermatologica, epidermolisi bollosa; Italiane all’Estero a Eleonora Leucci (ricercatrice al Vesalius Research center di Leuven in Belgio) nel campo della ricerca medica, per la scoperta di una sequenza RNA che è presente solo nelle cellule del melanoma.
Per le Menzioni Aziende, Techinnova a Maria Pisano (biotecnologo industriale, fondatrice della start-up BioInnoTech) per la valorizzazione del siero di latte che è scarto inquinante dell’industria casearia e Material Connexion Italia a Manuela Ciocca (ingegnere medico, Università di Roma Tor Vergata, Polo Solare Organico della Regione Lazio-Chose) che realizza un dispositivo da inserire in protesi visive che riproduce con polimeri organici il sistema visivo della retina, premessa alla realizzazione di retina artificiale.
 
Isabella Ceccarini
(novembre 2016)
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG