• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Due milioni e mezzo studiano all'estero
MOBILITÀ
 


I flussi migratori per motivi di studio rappresentano nella società mondiale un  fatto rilevante, sottoposto pertanto ad analisi e verifiche periodiche. Aumentati in un decennio di più del 70 per cento, oggi si calcola siano 2,5 milioni i giovani che frequentano corsi di istruzione superiore fuori del loro paese: di gran lunga in testa sono i cinesi (400mila), seguiti da indiani(250mila), sudcoreani, tedeschi e giapponesi. Cinesi ed indiani sono determinanti per il primato in un’altra classifica, quella per continenti, che vede l’Asia, con il 45% degli studenti “internazionali”, distanziare l’Europa (28%), l’Africa (12%) e le Americhe (10%).
Fra i rapporti più recenti che analizzano il fenomeno delle migrazioni universitarie vi è quello dell’agenzia francese CampusFrance, basato su elaborazioni statistiche dell’Unesco e del Ministero francese dell’Educazione. Gli Stati Uniti sono il paese che continua ad avere la maggior attrattiva nei confronti degli studenti stranieri: con i quasi 600.000 iscritti nelle sue università accoglie un quarto dell’intero flusso, precedendo la Gran Bretagna (330.000 stranieri), la Francia (266.000), la Germania (260.000). Sorprendente è la quinta posizione dell’Australia con 260.000 studenti immigrati, nonostante la sua ridotta dimensione demografica se comparata con il gigante statunitense ed i paesi europei summenzionati.
L’Italia ospita 42.500 studenti internazionali ed è preceduta in Europa anche da Austria, Svizzera, Belgio e Spagna.

La rubrica monografica “Il trimestre”del numero 110 di UNIVERSITAS è dedicata agli studenti internazionali.
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG