• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
La crisi investe le Università: 2009 anno cruciale
 


Roma - Il collasso dei mercati finanziari si sta rivelando catastrofico per il mondo accademico. Dalla Komazawa University di Tokyo alla Harvard University (Cambridge,Massachussets), anche le più solide università del mondo sono state colpite alle fondamenta dal crollo del valore dei loro investimenti e capitali azionari. La sfida cruciale del 2009 per i manager universitari - è l’allarme lanciato  dalla testata online University World News- sarà come reagire di fronte a questa situazione senza precedenti. 
 
In Giappone la crisi finanziaria fa traballare tanto l’istituto privato Komazawa, che ha dovuto ipotecare il campus per ottenere un prestito di 120 milioni di dollari che coprisse le perdite di 170 milioni in derivati, quanto la Keio University, che ha perso quasi 233 milioni in investimenti immobiliari e azionari andati in fumo.
Negli Stati Uniti le università sono state colpite soprattutto dal crollo di prodotti finanziari ad alto rischio. Così, in un periodo in cui la perdita di posti di lavoro sta riportando molti laureati tra i banchi dei college, le università di Harvard e di Yale tagliano le spese, sospendono i lavori di ristrutturazione e ampliamento, decretano il blocco delle assunzioni.
 
La Texas University ha registrato finora perdite per 1 miliardo di dollari in investimenti e sovvenzioni, mentre la Loyola University di Chicago ha denunciato perdite per 30 milioni ai primi di ottobre e la Dartmouth University per quasi 220 milioni. In Gran Bretagna le università di Cambridge, Glyndwr e Manchester hanno patito duramente le conseguenze della bancarotta dei maggiori istituti di credito dell’Islanda. Inevitabili i tagli di spesa generalizzati, con poche eccezioni: sia in Germania che in Nuova Zelanda diversi manager universitari ritengono che aumentare le spese per l’istruzione superiore potrebbe in realtà contrastare gli effetti della crisi in atto.
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG