• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Università de L'Aquila. Calo delle iscrizioni ed emergenza abitativa
Dopo il terremoto
 


L’esame più importante che l’Università de L’Aquila ha dovuto affrontare, dopo i tragici eventi del terremoto dello scorso 6 aprile, è stato l’inizio dell’anno accademico 2009-2010. Che si potesse parlare di una flessione nel numero degli iscritti era prevedibile. Lo stesso rettore dell’università abruzzese, Ferdinando di Orio, aveva avvertito delle possibili difficoltà che si sarebbero potute manifestare nell’affluenza di nuovi studenti per il nuovo anno accademico.
L’esame è stato affrontato e superato di slancio. A metà ottobre i dati erano preoccupanti, poiché si notava un calo nelle iscrizioni pari al 50%. A questo si aggiungeva il fatto che i posti letto messi a disposizione dall’ateneo per studenti fuori sede erano pochissimi, appena 220 presso l’ex scuola superiore di telecomunicazioni “Reiss Romoli”, con il rettore a sollecitare le autorità competenti perché trovassero una soluzione a tale emergenza abitativa. Nonostante queste condizioni, l’università ha mantenuto aperte le iscrizioni e, al 25 novembre, sono risultati iscritti 16.700 studenti con una perdita che di Orio ha stimato intorno alle poche migliaia. Negli anni accademici passati la quota aveva sempre superato la soglia dei ventimila (20.536 nel 2007/2008 e 21.105 nel 2008/2009), ma nessuno ipotizzava il mantenimento di un numero di iscrizioni di poco sotto alla media degli ultimi tre anni.
Il “risultato straordinario”, come ha definito tale fenomeno il rettore di Orio, proprio per il fatto di essere inaspettato comporterà qualche difficoltà nella fruizione delle strutture universitarie da parte di questa gran mole di studenti. Ciò rappresenta un nuovo impegno per le istituzioni e gli organi dirigenziali dell’ateneo aquilano. Fino ad ora le soluzioni per evitare un disastro economico e culturale all’ateneo del capoluogo abruzzese sono state ponderate ed applicate con molta diligenza e senso pratico. Si è cominciato con l’esonerare i nuovi iscritti dal pagamento delle tasse per tre anni; c’è stato poi un accordo con il Ministro dell’Istruzione per finanziare la ristrutturazione delle sedi universitarie mediante l’erogazione di 290 milioni di euro; infine, ed è notizia di due settimane fa, c’è stato l’ingresso della Fondazione Carispaq, che ha già preso l’impegno di versare una quota pari a 100 mila euro, nella Fondazione dell’Università de L’Aquila che dal 2001, anno di istituzione, persegue il fine di sostenere l’ateneo attraverso attività strumentali e di supporto della didattica e della ricerca scientifica e tecnologica.
Il problema più difficile da risolvere continua ad essere l’emergenza abitativa. Agli inizi di novembre è stata inaugurata la nuova Casa dello Studente, realizzata a Coppito dalla regione Lombardia nel tempo record di 87 giorni, con 120 posti letto. La Protezione Civile dovrebbe reperire entro fine gennaio altri 500 posti letto dalla caserma Campomizzi che è attualmente occupata dagli sfollati; a questi si aggiungeranno altri 500 posti mediante la messa a disposizione di case mobili da parte del comune de L’Aquila, autorizzate con un’ordinanza del 16 ottobre. Da segnalare, infine, che il sito dell’università (www.univaq.it) contiene una bacheca di annunci per affittare o comprare appartamenti, un elenco di alberghi e Bed&Breakfast, le informaz
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG