• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
L’EUA incoraggia i governi a sostenere i finanziamenti pubblici nel settore dell’istruzione superiore
Crisi economica
 


L'Eua (European University Association) ha recentemente pubblicato una relazione sull'impatto che la crisi economica sta avendo sui sistemi d'istruzione superiore in Europa. Il rapporto sottolinea la situazione di crescente difficoltà in cui versano gli atenei europei: molti governi hanno già ridotto drasticamente i fondi pubblici destinati all'istruzione superiore mentre in altri paesi cresce il timore di possibili tagli nei mesi a venire. Per mettere le università in condizione di aiutare le economie a uscire dalla recessione l'Eua sta invitando i governi a destinare investimenti più rilevanti all'istruzione superiore e alla ricerca e a rinnovare gli sforzi per raggiungere gli obiettivi indicati dalla Commissione Europea a Barcellona (il 3% del Pil per gli investimenti nella ricerca e il 2% per quelli nell'istruzione superiore).
Il finanziamento pubblico costituisce, infatti, la parte più cospicua delle entrate degli atenei ed è pertanto preoccupante che numerosi governi siano stati costretti ad annullare impegni precedentemente presi per aumentare i fondi all'istruzione superiore, e solo una ristretta minoranza abbia potuto confermarli e concederne di nuovi.

L'Eua, grazie a un'osservazione costante, ha condotto delle verifiche su come i finanziamenti privati destinati alle università siano stati condizionati dalla crisi. I fondi privati formano una fetta consistente del bilancio degli atenei, che li aiuta a diversificare i flussi delle entrate e contribuisce alla loro sostenibilità finanziaria. In alcuni paesi la recessione economica ha stimolato il dibattito pubblico su tale argomento. Sono all'ordine del giorno le discussioni sull'introduzione o l'aumento delle tasse universitarie, che consentirebbero agli atenei di ridurre il gap finanziario generato dal drastico calo dei finanziamenti pubblici. Allo stato attuale risulta meno chiaro l'impatto su altri tipi di finanziamento privato, dal momento che è più difficile disporre dei dati da analizzare. Vi sono, infine, indicazioni circa gli effetti negativi della recessione sullo sviluppo dell'autonomia di alcuni atenei.
 
Elena Cersosimo
 
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG