• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
CUN: è necessario cambiare denominazione ai master universitari
 


Accanto alla laurea e alla laurea magistrale/specialistica, in Italia sono  attivi i master universitari di primo e di secondo livello, rispettivamente titoli di secondo e terzo ciclo alla luce del Processo di Bologna. Nella maggioranza dei paesi europei, con la denominazione di master si definisce un titolo accademico di secondo ciclo che corrisponde alla laurea magistrale/specialistica italiana. Questa situazione è fonte di fraintendimenti e dubbi che creano problemi sia alla scelta degli studi da parte degli studenti che vengono a studiare in Italia da altri paesi, che alla valutazione - da parte delle autorità di tali paesi - dei titoli accademici conseguiti in Italia, che alla definizione inequivoca della corrispondenza fra titoli nazionali in relazione al rilascio di titoli congiunti.
Di questa problematica ha discusso il CUN - Consiglio universitario nazionale nell'adunanza del 22 giugno 2010. Dall'adunanza è scaturita una mozione che il CUN ha spedito il 23 giugno 2010 al Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca ponendo la questione di trovare una nuova denominazione ai master di primo e di secondo livello.

Il CUN «rileva che la denominazione Master universitario, usata in Italia per corsi di formazione successivi al conseguimento della laurea o della laurea magistrale, determina confusione, può essere ingannevole e appare di grave ostacolo al reciproco riconoscimento dei titoli. Infatti, in tutto lo spazio europeo della formazione superiore, ad eccezione dell'Italia, la denominazione Master è riservata, in modo inequivocabile, al titolo formale di secondo livello, posto in sequenza ai corsi universitari di primo livello». 
Facendo anche riferimento, nell'ambito più generale del Quadro europeo dei titoli (EQF - European Qualification Framework), al parere emesso nel 2009 sul Quadro italiano dei titoli, il CUN chiede di «adottare un provvedimento, necessario a rimuovere le criticità emerse, in grado di:
-       stabilire che pur mantenendo l'attuale denominazione di Laurea magistrale quale denominazione delle lauree di secondo livello e di quelle a ciclo unico, la denominazione Master possa essere utilizzata solo dalle università statali e non statali, abilitate al rilascio dei titoli accademici aventi valore legale, esclusivamente quale traduzione in lingua inglese di laurea magistrale;
-       definire contestualmente una denominazione sostitutiva per gli attuali Master universitari di primo e di secondo livello quali Corsi universitari di alta formazione scientifica e/o professionale stabilendo che essi prevedano l'acquisizione di almeno sessanta crediti».
 
Diamo, di seguito, alcuni link da consultare per approfondire le tematiche qui trattate:
Il Quadro europeo dei titoli nel sito del Processo di Bologna e nel sito del Cimea.
 
Danilo Gentilozzi
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG