• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Undicesima indagine Gidp/Hrda sulle modalità di assunzione dei neolaureati nelle aziende italiane
 


È stata presentata il 21 luglio a Milano l'undicesima indagine della Gidp/Hrda, il Gruppo Intersettoriale Direttori del Personale all'interno dell'Associazione dei responsabili delle risorse umane, dal titolo "Neolaureati e stage 2010".
L'indagine, che ha visto la partecipazione di circa 120 direttori del personale delle imprese presenti sul nostro territorio, espone i dati per la prima metà del 2010 sulle modalità di assunzione di coloro che, appena usciti dal mondo universitario, si affacciano sul mercato del lavoro.

L'indagine si sofferma sulla tipologia contrattuale dei neolaureati: il 40% di essi svolge un tirocinio minimo di sei mesi, il 20% viene assunto con contratto a tempo determinato, il 21% viene assunto con altra tipologia (apprendistato professionalizzante, contratto di inserimento e contratto a tempo indeterminato). In particolare negli ultimi sei anni si nota una flessione nella percentuale di neolaureati assunti a tempo indeterminato: si è passati dal 20% del 2004 al 7% del 2009, per arrivare al 5,5% del 2010.
I titoli di studio maggiormente preferiti dalle imprese sono le lauree in Ingegneria (27,7%), Economia (24,6%), Informatica (8%) e Giurisprudenza (5,5%). Tra le lauree in Ingegneria, le specializzazioni più richieste sono: gestionale (28,7%), meccanica (21,2%) e informatica (11,2%). Tra le lauree umanistiche la percentuale più alta spetta a Scienze della comunicazione (2%). Bassa la percentuale anche per Farmacia, Fisica e Scienze bancarie (tutte sotto il 2%).

Secondo l'indagine, sono tre le caratteristiche che un neolaureato deve avere per farsi assumere: la conoscenza di almeno una lingua straniera (22,5%), la motivazione personale (19,4%) e la disponibilità alla mobilità territoriale per motivi di lavoro (10,8%). Avere svolto un master può essere decisivo per l'8% degli intervistati, così come aver svolto un periodo di studi all'estero tramite il programma Erasmus (4,7%). Il conseguimento della laurea nei tempi previsti, pur essendo requisito meno importante, vale molto di più del voto ottenuto o del prestigio dell'ateneo in cui si è laureati. Tra le lingue di cui viene maggiormente apprezzata la conoscenza ci sono l'inglese (65%), il francese (17%) e il tedesco (12,5%).
Per assumere personale, le imprese utilizzano internet come canale principale (41%). Di questa percentuale, il 15,6% sono candidature spontanee, il 14,1% sono curriculum lasciati nel sito delle singole aziende e l'11,6% sono curriculum lasciati nei siti specializzati per la domanda e offerta di lavoro (Monster, Infojobs e Jobrapido su tutti). Altro canale di ricerca del personale sono gli uffici di placement delle università, ovvero le strutture universitarie di collocamento per ex studenti (23,6%).

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG