• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Il Senato approva il disegno di legge Gelmini di riforma dell’università
Riforma Universitaria
 


 
Il 29 luglio il Senato ha approvato con 152 voti a favore, 94 contrari e un astenuto il disegno di legge n. 1905 di riforma dell'università presentato a ottobre dello scorso anno dal ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca Mariastella Gelmini.
Sintetizziamo i punti più importanti del disegno di legge.

 
Docenti. I professori ordinari andranno in pensione a 70 anni, gli associati a 68. L'impegno dei professori nelle università verrà misurato in 1.500 ore annue di cui almeno 350 destinate ad attività di docenza. Si abbassa l'età in cui si può entrare in ruolo, da 36 a 30 anni.
Merito. È prevista la costituzione di un Fondo per il Merito, destinato a premiare gli studenti migliori. Si attende il finanziamento di questo fondo e l'indicazione delle linee guida per la corretta individuazione dei meritevoli.
Ricercatori. Scompaiono i ricercatori a tempo indeterminato e vengono previsti contratti a tempo determinato (minimo 3, massimo 5 anni) con possibilità di un unico rinnovo per altri tre anni. Al termine, se ritenuto idoneo, il ricercatore sarà confermato a tempo indeterminato come associato.
Governance. Gli atenei dovranno approvare statuti con nuove caratteristiche, di cui la più importante è la previsione di un codice etico per evitare incompatibilità e conflitti di interesse legati a parentele. I rettori verranno scelti fra i professori ordinari e non potranno rimanere in carica per più di otto anni, ovvero due mandati. Nei consigli di amministrazione delle università aumenta il numero di membri esterni e viene creata la figura del direttore generale. Ogni ateneo potrà avere un massimo di 12 facoltà.
Contabilità. È previsto un nuovo sistema di contabilità economico-patrimoniale. In caso di dissesto finanziario per gli atenei in rosso è prevista la forma del commissariamento. Le università più virtuose riceveranno dei premi.


Per scaricare il disegno di legge in pdf, clicca qui.


Per leggere il testo del disegno di legge nel sito del Senato, clicca qui.
 
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG