• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Occupazione: conferenza congiunta a Oslo tra Organizzazione Internazionale del lavoro e FMI
 


Il 13 settembre si è svolta ad Oslo (Norvegia) la Conferenza "The Challenge of Growth, Employment and Social Cohesion", curata per la prima volta in maniera congiunta dall'Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL) e dal Fondo Monetario Internazionale (FMI).
Il direttore generale del FMI, Dominique Strauss-Kahn, ha lanciato un appello per un maggior impegno a favore di una ripresa centrata sull'occupazione perché «affrontare la crisi occupazionale è importante non solo per la ripresa economica mondiale, ma anche per garantire la coesione sociale e la pace», mentre Juan Somavia, direttore generale dell'OIL, ha sottolineato che «quando una crescita non è equa, diviene insostenibile».

Si stima che i disoccupati a livello mondiale abbiano superato i 200 milioni (30 milioni in più rispetto al 2007), un quinto dei quali sono giovani (7,8 milioni in più). L'aumento maggiore nel periodo 2007-09 è stato registrato soprattutto negli USA (7,5 milioni in più), in Spagna, Nuova Zelanda e Taiwan. Nei Paesi che sembrano aver meglio reagito alla crisi (Francia, Germania, Italia e Giappone) i disoccupati avevano raggiunto valori significativi già prima della recessione.
Uno degli effetti della crisi economica è il peggioramento del livello e della diffusione della scolarità, sia perché le famiglie hanno minori risorse finanziarie per sostenere il percorso formativo dei figli, sia perché le difficoltà di occupazione scoraggiano i giovani dal proseguire gli studi proprio nel momento in cui il lavoro più qualificato è meglio retribuito. Senza contare che il periodo di mancata occupazione determina anche l'obsolescenza delle conoscenze acquisite e finisce con il rendere ancora più difficile il riassorbimento da parte del mercato del lavoro.

La prossima Conferenza Internazionale del Lavoro avrà luogo nel mese di giugno 2011.
Per info: www.ilo.org
 

Maria Luisa Marino
 
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG