• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
I finanziamenti per la partecipazione ai corsi accademici nel Fondo per il credito ai giovani
 


È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 25 del 1 febbraio il decreto interministeriale del 19 novembre 2010 che disciplina il Fondo per il credito ai giovani, firmato di concerto dal Ministro dell'Economia e delle Finanze Giulio Tremonti e dal Ministro della Gioventù Giorgia Meloni.

Il Fondo è stato costituito con la legge n. 127 del 3 agosto 2007. Nel decreto si chiarisce che sono ritenuti ammissibili i finanziamenti riguardanti la partecipazione a corsi di laurea e a master volte a favorire i soggetti compresi fra i 18 e i 40 anni in presenza di determinate caratteristiche. La quota massima di finanziamenti è stabilita a 25.000 euro e ogni singolo finanziamento verrà erogato in rate annuali di importo tra i 3.000 e i 5.000 euro.

Per poter accedere al credito i soggetti devono essere iscritti: ad un corso di laurea triennale o a ciclo unico, con il diploma di maturità con votazione non inferiore a 75/100; ad un corso di laurea magistrale, con voto di laurea triennale non inferiore a 100/110; ad un Master universitario di primo o secondo livello, con voto di laurea triennale o magistrale non inferiore a 100/110; ad un corso di specializzazione medica, con voto di laurea non inferiore a 100/110; ad un corso di dottorato di ricerca che abbia durata triennale; ad un corso di lingue di durata non inferiore a sei mesi. In tutti questi casi serve anche la certificazione del regolare pagamento delle tasse universitarie.

Il Fondo potrà essere finanziato da banche o intermediari finanziari che stipulino un'apposita convenzione con il Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio. La procedura di ammissione alla garanzia avviene esclusivamente per via telematica mediante la presentazione, da parte del beneficiario, della documentazione richiesta per poter accedere al finanziamento allo sportello di uno dei soggetti finanziatori.


Leggi il decreto


Danilo Gentilozzi

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG