• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Il Rapporto dell’HESA sull’aumento delle tasse universitarie nei paesi più industrializzati
 


Il Rapporto Tuition Fees and Student Financial Assistance: 2010 Global Year in Review, curato dall'associazione canadese Higher Education Strategy Associates, prende in esame lo stato degli atenei nei 39 paesi più industrializzati relativamente all'anno 2010.

Il Rapporto sottolinea il considerevole aumento delle tasse universitarie. I recenti tagli ai bilanci hanno portato paesi come la Gran Bretagna e gli Stati Uniti a contrarre i finanziamenti all'istruzione superiore, scatenando le accese proteste degli studenti. Il fenomeno coinvolge tutti i paesi dell'area OCSE, dove si cerca di compensare il mancato finanziamento pubblico con un maggiore coinvolgimento del settore privato.

Secondo il Rapporto, in paesi popolosi quali Cina, India e Brasile, e in generale nella maggior parte dei paesi in via di sviluppo, è in aumento anche il numero di studenti universitari. In altri paesi, come Pakistan, Tailandia e Filippine, le tasse universitarie non sono aumentate, ma la riduzione del finanziamento pubblico all'istruzione superiore ha causato una forte contrazione negli accessi.

Il Rapporto evidenzia infine come, nonostante la grave crisi economica attuale, gli studenti universitari che studiano all'estero siano in costante aumento: si stima che raddoppieranno nei prossimi dieci anni, fino a superare i 7 milioni.


Per maggiori approfondimenti:

http://www.universityworldnews.com/article.php?story=20110218225715355



Per scaricare il rapporto:

http://www.higheredstrategy.com/publications/2011/Year_in_Review_2010.pdf



Carmen Tata

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG