• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Presentato il Programma Nazionale della Ricerca per il triennio 2011 – 2013
Ricerca e Innovazione
 


Lo scorso 19 aprile è stato presentato nella Sala Capitolare (Biblioteca) del Senato il "Programma Nazionale della Ricerca" per il triennio 2011/13, proposto dal Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca Scientifica e approvato dal CIPE (Comitato Interministeriale per la programmazione economica) nella seduta del 23 marzo.

Il documento, che indica gli indirizzi e le strategie da adottare nel settore della ricerca, è frutto della consultazione, oltreché della comunità scientifica e accademica, delle forze economiche, della Conferenza Stato Regioni e dell'Osservatorio delle Regioni. Vengono stanziati 1.772 milioni  di euro per la realizzazione di 14 progetti ritenuti prioritari, destinati, secondo le stime ministeriali, a generare nel triennio un volume complessivo di investimenti di circa 2.522 milioni di euro.

Con l'obiettivo di popolare lo Spazio Europeo della Ricerca (ERA) con un numero crescente di giovani ricercatori, competenti e motivati, il Piano privilegia innanzitutto l'adozione delle seguenti misure destinate alla formazione del "capitale umano":

-       definizione e attuazione di un sistema a chiamata per la valutazione di progetti individuali;

-       istituzione di percorsi sperimentali per l'integrazione dei giovani ricercatori in carriere permanenti;

-       rientro dei ricercatori italiani dall'estero e la cooptazione di competenze scientifiche straniere;

-       potenziamento delle scuole di dottorato internazionale in ricerca, per promuovere l'eccellenza e ridurre l'età media degli addetti alla ricerca.

Sul piano operativo vengono incoraggiate le iniziative per l'innovazione e per consolidare la "leadership" italiana in settori chiave delle nuove tecnologie mediante: il consolidamento delle piattaforme tecnologiche nazionali; il sostegno ai distretti ad alta tecnologia; l'accompagnamento alla nascita di poli di eccellenza; la costituzione di infrastrutture tecnologiche, alle quali sia possibile connettere produttori e consumatori di soluzioni e applicazioni ad alto contenuto di ricerca. I progetti di qualità avranno ripercussioni anche e in particolare sul Mezzogiorno, atteso che il Programma Operativo Nazionale "Ricerca e Competitività", che stanzia complessivamente 6,4 miliardi di Euro per Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, applica nella struttura e nel metodo applicativo gli stessi indirizzi del "Piano Nazionale della Ricerca".

Anche nell'ottica di migliorare la capacità di spesa dei fondi europei, completa il quadro degli interventi la prevista istituzione presso il MIUR di un apposito tavolo tecnico per la "Semplificazione in materia di ricerca", supportato anche dalla collaborazione di soggetti, che,  nei  diversi ruoli, interagiscono nel mondo della ricerca, quali i rappresentanti del mondo delle imprese (Confindustria/Reti d'impresa), del mondo bancario (ABI) o possono contribuire ad individuare forme di finanziamento più efficienti (Cassa Depositi e Prestiti).

Leggi il comunicato stampa del Miur con l'elenco dei 14 progetti scelti e la possibilità di scaricare la sintesi del nuovo PNR 2011 - 2013.

Per conoscere le novità del nuovo PNR, vedi Universitas n. 117, Le novità del Programma Nazionale di Ricerca 2010-2012, pp. 5 - 7.

 

Maria Luisa Marino
(aprile 2011)

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG