• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Collaborazione Europa – Cina: pubblicati due rapporti congiunti su mobilità e ruolo dell’istruzione e della formazione professionale
 


Nell'ambito delle iniziative per incrementare il dialogo politico e culturale tra l'Europa e la Cina, sono stati pubblicati ad aprile due rapporti congiunti a cura della Commissione europea e del Ministero cinese dell'Educazione.

Il primo, Eu-China student and academic staff mobility: present situation and future developments, mostra la presenza degli studenti e dei docenti cinesi nei paesi europei e viceversa, per fornire un quadro chiaro dello stato dell'integrazione al 2010. I dati contenuti nel rapporto indicano che: il numero di studenti cinesi nei paesi europei è di circa 120 mila unità e che l'Ue si posiziona al secondo posto dietro agli Usa (che nel 2010 hanno ospitato 127.600 studenti cinesi); il paese con la percentuale di studenti cinesi più alta è stato il Regno Unito (40%) seguito dalla Francia (23%) e dalla Germania (20%), con l'Italia al quinto posto (3%); al 2008 più di 42 mila cinesi lavoravano in Europa, di cui il 65% nel Regno Unito e il 10% in Francia; nel 2009 gli studenti europei in Cina erano 22.600 (nel 2005 erano 11.700). il rapporto indica anche quali sono gli ostacoli più rilevanti nell'idea di trasferirsi dalla Cina all'Europa e viceversa: il finanziamento dei programmi di mobilità, la conoscenza della lingua e le difficoltà ad adattarsi ad una cultura completamente diversa da quella propria, sia per i cinesi che per gli europei.

Il secondo, Eu and China: race for talent. Relevance and responsiveness of education and training, analizza l'importanza e le differenze dei sistemi educativi europeo e cinese nel formare i professionisti del futuro. Ad esempio, gli studenti cinesi eccellono nella conoscenza teoretica, apprendono senza problemi e sanno usare la memoria, sono particolarmente brillanti nelle materie tecniche (quali matematica, discipline ingegneristiche, architettura) e nel risolvere problemi in modo veloce e pratico, ma hanno grandi difficoltà ad apprendere altre lingue oltre l'inglese e durante i loro studi difficilmente applicano la teoria alla pratica. Dal canto loro gli europei apprendono le lingue solo parlando e lavorando al di fuori del loro paese, sviluppano presto le "soft skills" (comunicazione, lavoro di gruppo, management), tendono a lavorare mentre studiano e hanno meno difficoltà ad applicare la teoria alla pratica. Il rapporto chiarisce che, nonostante le differenze tra i due sistemi educativi, entrambi hanno avuto e avranno sempre un ruolo di primo piano nel dare ai giovani le maggiori opportunità di entrare nel mercato del lavoro. L'influenza reciproca che Europa e Cina possono avere l'un l'altro è uno stimolo a prendere gli aspetti positivi di un sistema e cercare di adattarlo all'altro, senza perdere l'identità culturale che ha da sempre caratterizzato ogni singola area.

 

Sulle iniziative Europa - Cina, Universitas ha scritto presentando il 2011 come Anno internazionale dei giovani. Ad ottobre 2010 è stato già annunciato che il 2012 sarà l'Anno internazionale del Dialogo interculturale tra Europa e Cina.

Per conoscere tutte le iniziative di dialogo fra Europa e Cina, vai alla pagina degli eventi nel sito della Commissione europea.

 


Danilo Gentilozzi
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG