• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Rapporto sullo stato sociale 2011: le criticità fra formazione dei giovani e loro inserimento nel mondo del lavoro
 


È stato presentato lo scorso 7 giugno alla Facoltà di Economia della Sapienza Università di Roma il X Rapporto sullo stato sociale, curato dal Dipartimento Economia Pubblica della Sapienza e dal Centro di Ricerche Interuniversitario sullo Stato Sociale (CRISS).

Felice Roberto Pizzuti, curatore dell'indagine, ha evidenziato come le tendenze economiche, demografiche e sociali verificatesi in Italia nel corso degli ultimi anni, aggiuntesi alla crisi economica, stiano dispiegando una serie di conseguenze che finiscono con il riversarsi soprattutto sulle nuove leve, dando vita conseguentemente ad una vera e propria "questione giovanile". I giovani, che si affacciano sul mercato del lavoro in un contesto caratterizzato da instabilità, globalizzazione e flessibilità, sono sempre meno numerosi sul piano quantitativo  e conseguentemente diminuisce in misura proporzionale anche  la loro possibilità di incidere sulle decisioni sociali e non dei gestori pubblici.

Il titolo di studio non è più "caratteristica prioritaria" nei percorsi di inserimento lavorativo con la conseguenza che spesso i giovani svolgono un lavoro per cui la loro formazione risulta non necessaria o addirittura eccessiva. Nelle università vengono create alte professionalità, ma il mercato occupazionale presenta mancanze strutturali  tali che rendono difficile l'inserimento lavorativo di queste preziose risorse umane. C'è bisogno, come emerge dal confronto con le realtà formative di altri Paesi, di una maggiore manualità ed esperienza sul campo con la necessità di affrontare "un'alta mortalità" nel passaggio generazionale all'interno delle realtà imprenditoriali: difficilmente i figli, dopo aver studiato, entrano nell'attività dei genitori e ciò comporta una caduta del numero delle imprese, che genera situazioni gravi di disagio.

Per avere maggiori informazioni, leggere l'abstract e l'indice e sfogliare le prime pagine del rapporto, http://www.simone.it/catalogo/v420.htm#box1


 

Maria Luisa Marino


Sulla stessa tematica si vedano gli articoli Universitas sul Rapporto Annuale dell'Istat e sull'indagine Eurostudent
.
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG