• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
QS World University Rankings® 2011: ottimi risultati per le università europee
 


QS Quacquarelli Symonds ha creato il QS World University Rankings ®by Subject, la prima classifica universitaria per discipline al mondo che mira a valutare le università sulla base degli specifici insegnamenti accademici. La classifica si distingue da quelle preesistenti perché consente «di valutare gli atenei secondo un criterio comparativo più approfondito», come evidenziato da Ben Sowter, Direttore del QS Intelligence Unit. Gli indicatori presi in considerazione sono l'Academic Reputation (l'opinione sulle migliori università mondiali secondo un campione di docenti e ricercatori di vari atenei), l'Employer Reputation (l'opinione sulla qualità della preparazione offerta dagli atenei ai propri laureati e dottorandi espresso da un campione di relativi datori di lavoro) e il rapporto Citations per Paper (l'analisi bibliometrica effettuata sulla banca dati Scopus di Elsevier).

Tra le varie classifiche già pubblicate due hanno suscitato particolare interesse: il QS World University Rankings® for Arts and Humanities e il QS World University Rankings for Physics and Environmental Sciences.

Il primo, pubblicato nei primi giorni di giugno, vede in vetta Harvard, Berkeley, Oxford e Cambridge ed evidenzia un'ottima performance degli atenei europei. Una menzione particolare va alle lingue moderne, in cui eccellono molte istituzioni europee continentali: l'Università della Sorbona di Parigi (19° posto), la Freie Universität di Berlino (27°), la Humboldt-Universität di Berlino (32°), la Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco (37°) e l'Università di Bologna (42°), tutte presenti nella top ten europea e nella classifica delle prime 50 istituzioni nel mondo.

Il QS World University Rankings for Physics and Environmental Sciences, i cui risultati sono stati resi noti da poco, vede per la fisica il trionfo di Cambridge, seguito da Harvard, il MIT, la UC Berkeley e Oxford. Figurano nelle prime 20 posizioni anche l'ETH di Zurigo, la Tokyo University, la Melbourne University, la ENS di Parigi, la University of British Columbia e la National University di Singapore. Nelle scienze ambientali svetta Harvard e, a seguire, la UC Berkeley, il MIT, Cambridge e Stanford nelle prime 5 posizioni. L'Australian National University si piazza al decimo posto mentre la Tokyo University, al dodicesimo, è la migliore università asiatica e l'ETH di Zurigo, tredicesima, è la più alta tra le istituzioni continentali europee.

L'ottimo piazzamento degli atenei europei è stato rimarcato dallo stesso Sowter quale «vero segno di distinzione»
e, con riferimento al Ranking delle Arts and Humanities, ha aggiunto: «Avere 192 diverse istituzioni europee presenti nella top 200 mondiale in almeno una tra le discipline artistiche e umanistiche è un dato impressionante. Non sorprende affatto che stia crescendo il numero di studenti che scelgono le università europee come destinazione di studio». Sebbene siano già disponibili numerose classifiche in varie materie, QS ha dichiarato di voler pubblicare entro l'estate altri trenta ranking relativi alle diverse discipline impartite negli atenei.


Elena Cersosimo


(Fonte: http://www.topuniversities.com/university-rankings/world-university-rankings)
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG