• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Accordo di collaborazione Confindustria-CRUI per la crescita e l’innovazione del sistema universitario italiano
 


Otto azioni concrete e misurabili per attuare la Riforma dell'Università e contribuire allo sviluppo culturale, sociale ed economico del Paese: questo il contenuto dell'accordo strategico firmato a Milano il 7 novembre 2011 da Confindustria e CRUI (Conferenza dei rettori).

Tra gli obiettivi dell'accordo c'è quello di accrescere il numero degli studenti italiani che si iscrivono a facoltà tecnico scientifiche (in Italia sono il 22,6% del totale, in Germania il 28,7%), contribuire alla partecipazione italiana ai programmi di ricerca e sviluppo europei con particolare riferimento alle piccole e medie imprese, ridurre l'età di ingresso dei giovani nel mondo del lavoro, accrescere il numero dei percorsi di dottorato e tararli sulle reali esigenze dell'impresa (in Italia i ricercatori sono il 3,3% sul totale della popolazione attiva, in Germania il 6,7%), migliorare i processi di reclutamento di docenti e ricercatori e la governance dell'università, impostandola sulla base dei principi di efficacia e efficienza, identificare e monitorare le best practice internazionali.

Gianfelice Rocca, vice presidente per l'Education di Confindustria, ha sottolineato come siamo in una fase cruciale: nei prossimi anni circa un terzo dell'attuale corpo docente andrà in pensione, occasione questa per fare largo ai giovani migliori. L'impresa, ha messo in evidenza Diana Bracco - vice presidente di Confindustria per la R&I, cerca nell'università un "generatore di idee" che dia impulso all'innovazione. Il confronto fra il numero dei brevetti per milione di abitanti italiani (12,3) e tedeschi (76,4) è indicativo di quanto ci sia da fare facendo circolare la conoscenza dall'università alle imprese per poi tornare alla dimensione accademica arricchita dal "saper fare" acquisito nell'ambito lavorativo: queste le conclusioni di Alberto Meomartini presidente Assolombarda che ha ricordato anche alcune 'buone pratiche' sperimentate a Milano: i contratti di apprendistato di alta formazione e i dottorati executive per chi già lavora.

 

Simona Miano

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG