• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Emirati Arabi Uniti: impegno e mezzi per stroncare il mercato dei titoli accademici falsi
 


Anche negli Emirati Arabi Uniti si sta espandendo il mercato nero dei titoli accademici falsi, assai fiorente in paesi vicini come India e Pakistan, come riporta il quotidiano online Emirates 24/7. Alla base di questo fenomeno ci sarebbe l'occupazione: trovare un lavoro ben pagato negli UAE è più facile per chi possiede un titolo di studio di un certo livello, specialmente se conseguito all'estero; questo titolo, inoltre, assicura condizioni più favorevoli a quegli studenti arabi che decidono di spostarsi in un altro paese per motivi di studio o di lavoro.

Il problema si riversa anche su altri paesi: infatti, dalla ricerca in questione si evince che nel Regno Unito, su 250 mila studenti provenienti da altri paesi, almeno 32 mila possiedono un titolo accademico falso e hanno ricevuto il visto per espatriare per motivi di studio o lavoro senza un regolare controllo di tutti i documenti, tra i quali il titolo di studio.

Come risolvere il problema? I governi dell'India e del Pakistan hanno proposto la smaterializzazione dei titoli accademici e la creazione di un database che li contenga tutti i in formato elettronico. Secondo il quotidiano Gulf News, negli UAE una trentina di università arabe hanno cominciato a sfruttare una tecnologia più sofisticata: ad ogni titolo hanno apposto un'etichetta contenente un microchip che utilizza un sistema di identificazione a radio frequenza (RFID) collegato alla banca dati del dipartimento ministeriale che contiene tutti gli attestati rilasciati in via ufficiale. Il microchip, denominato Smart Document Attestation Solution, è stato realizzato dalla Amricon, società leader nel mercato delle nuove tecnologie.

L'obiettivo ora è di far circolare questo sistema in tutte le altre istituzioni e diffondere la cultura del controllo, che per ora sembra essere piuttosto carente.


Su questo argomento rimandiamo ad alcune pubblicazioni degli ultimi anni, curate dal CIMEA della Fondazione Rui che da tempo si sta occupando del problema:


 

Danilo Gentilozzi

 

(Fonti: Gulf News, Universities step up fight against forgery; Emirates 24/7, Buy an MBA degree for Dh 20.000; University World News del 24 luglio 2011, UAE: Smart system to prevent degree fraud)

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG