• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
10° Rapporto OCSE su Innovazione, Ricerca e Competitività
 


È stata pubblicata la 10a edizione del Rapporto OCSE Science,Technology and Industry Scoreboard 2011: Innovation and Growth in Knowledge Economics (leggi il sommario in italiano) - pubblicato ad anni alterni con il Rapporto Science, Technology and Industry Outlook - che analizza le tendenze principali della conoscenza e dell'innovazione nell'economia mondiale.

Utilizzando 180 differenti indicatori, articolati in cinque capitoli tematici, segue e completa i dati di Education at a Glance 2011 in campo educativo, tecnologico, scientifico e dell'innovazione nei Paesi appartenenti all'OCSE, Brasile, Russia, India, Indonesia, Cina e Sud Africa. Dalle tabelle emerge che allo stato attuale circa la metà dei laureati nel mondo è cittadino di tre soli Paesi (USA, Cina e Giappone), mentre da altri tre Paesi (Cina, India e Corea) proviene la maggior parte degli studenti stranieri. L'accresciuto fenomeno della mobilità, potrebbe contribuire a creare nuove eccellenze universitarie.

Molti Paesi non OCSE stanno predisponendo centri di eccellenza per favorire la migliore qualità della ricerca. Su scala mondiale, le 50 università con il maggiore impatto in termini di citazioni visualizzate nelle pubblicazioni accademiche dei diversi settori sono concentrate ancora in pochi Paesi: 40 negli Stati Uniti e le rimanenti in Europa. Ma il panorama è molto più diversificato. Alcune università asiatiche si stanno rapidamente affermando come istituti di ricerca altamente qualificati, che svolgono un ruolo guida nel campo della scienza, dell'ingegneria e dell'informatica. Si prevede che i Paesi OCSE non potranno conservare troppo a lungo il monopolio nell'eccellenza scientifica universitaria e la stessa produzione di conoscenze scientifiche attraversa sempre più facilmente le frontiere, spostandosi dagli individui ai gruppi e dalle singole istituzioni a istituzioni multiple, da un contesto nazionale a una dimensione internazionale.

 

Maria Luisa Marino

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG