• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Gli organismi internazionali: contro la disoccupazione giovanile, collaborazione più stretta università-mondo del lavoro
 


Le difficoltà occupazionali giovanili stanno sempre più guadagnando l'attenzione degli Organismi internazionali, che suggeriscono innanzitutto una maggiore cooperazione tra le Università e il mondo del lavoro.

A gennaio 2012, durante l'annuale World Economic Forum svoltosi dal 25 al 29 a Davos-Klosters (Svizzera), il Direttore Generale dell'International Labour Organization (ILO) Juan Somavia ha lanciato un appello a favore di un nuovo modello politico in grado di promuovere in tutto il mondo una crescita dei posti di lavoro per i 75 milioni di giovani disoccupati (4 su 10 nel mondo) nella fascia di età tra i 15 e i 24 anni. Tra le azioni a favore dei giovani, Somavia ha fatto riferimento anche al ruolo critico dell'istruzione e della formazione, evidenziando la necessità di evitare sprechi di competenze e di risorse che comportano un alto costo per l'economia e la società. Germania, Austria, Danimarca, Svizzera e Norvegia offrono, a suo avviso, un valido modello di riferimento, basato sui sistemi duali di apprendistato, che combinano opportunità di istruzione tradizionale alla formazione in azienda

Recentemente il World Economic Forum ha pubblicato il Rapporto "Talent Mobility and Practices: Collaboration at the Core of Driving Economic Growth" che, elaborando le risposte fornite da 4.000 esperti distribuiti in 45 Paesi, offre 55 azioni di "best practices" messe in atto a livello mondiale da istituzioni governative e universitarie per incoraggiare la formazione dei talenti, risorsa strategica per rafforzare la competitività. Sono inclusi anche esempi di mobilità geografica ad alto livello formativo, temporanea e permanente, di persone in formazione al di fuori dei Paesi d'origine e di delocalizzazione aziendale per acquisire le competenze lavorative richieste.

Sulla problematica si è soffermato anche il Seminario del CNEL "Giovani e Mercato del lavoro: "Policies" europee ed internazionali a confronto", nel quale sia i rappresentanti dell'OCSE che della Comunità europea hanno concordemente ribadito l'esigenza di un sistema formativo pertinente e in funzione del mercato del lavoro. I dati OCSE ricordano che un anno dopo aver lasciato la scuola o l'Università, più di un terzo dei giovani cittadini dei Paesi più sviluppati (e la metà di quelli italiani) sono ancora disoccupati o inattivi. La transizione formazione-lavoro è divenuta più complessa, rendendone più difficile l'analisi. Quel che conta non è però soltanto la quantità dei posti-lavoro, ma la qualità di un'attività lavorativa, che non sia soltanto mezzo di sussistenza e che sin dall'inizio possa dispiegare benefici effetti per il resto della vita.

 

Maria Luisa Marino
(24 febbraio 2012)

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG