• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Premio L’Oréal – Unesco a sostegno delle giovani ricercatrici italiane
 


Il premio internazionale For Women in Science nasce nel 1988 dalla partnership tra L'Oréal e l'Unesco, ed è stato il primo dedicato alle donne che operano nel campo delle Scienze della vita e della materia. I premi - che ammontano a 100.000 dollari - sono destinati a cinque donne scienziato, una per continente. Dal 2000 vengono conferite anche le borse di studio Unesco-L'Oréal a cinque giovani ricercatrici, dottorande o post-dottorande: un modo per incoraggiare la ricerca scientifica a livello internazionale. Dal 1988 a oggi il premio ha sostenuto 1.300 scienziate nel loro percorso di ricerca.

Nel 2002 L'Oréal Italia ha istituito con la Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco cinque borse di studio "L'Oréal Italia per le donne e la scienza" destinate al perfezionamento di giovani ricercatrici italiane. Come ogni anno, la giuria presieduta da Umberto Veronesi ha selezionato cinque giovani scienziate italiane - scelte fra trecento candidature pervenute da tutta Italia - alle quali è stata assegnata una borsa di studio di 15.000 euro ciascuna: Federica Franciosi, medico veterinario (Università degli Studi di Milano), Maria Giovanna Dainotti, astrofisica relativista (Scuola Normale Superiore di Pisa), Elena Fortunati, ingegnere dei materiali (Università degli Studi di Perugia), Monica Scognamiglio, biologa (Seconda Università degli Studi di Napoli), Valeria Manera, psicologa (Università degli Studi di Torino).

«Il traguardo dei dieci anni è un'occasione molto felice e importante per noi. In questi anni abbiamo potuto dare un reale aiuto a molte giovani talentuose scienziate nel perseguire la loro vocazione» ha dichiarato Giorgina Gallo, presidente e amministratore delegato L'Oréal Italia, nell'assegnare i premi. «Le donne, grazie al loro approccio creativo, dimostrano di poter aprire nuove strade alla ricerca scientifica e la scienza ha bisogno di loro».

 

Il bando per l'edizione 2012-13, il regolamento e la domanda di ammissione saranno disponibili dal 15 ottobre 2012 sul sito www.loreal.it





Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG