• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Francia: semplificate le procedure per i permessi di soggiorno agli universitari non-UE
 


Il nuovo Governo francese ha semplificato le procedure relative alla concessione dei permessi di soggiorno per lavoro agli universitari non appartenenti all'Unione europea. Il 31 maggio 2012 - a un anno di distanza dalla relativa adozione - sono state abrogate sia la controversa circulaire Guéant sia la circolare complementare del 12 gennaio 2012, che, applicate rigidamente e pedissequamente, avevano di fatto ristretto le possibilità di lavoro a tale tipologia di studenti esteri.

Mantenendo la promessa elettorale del Presidente François Hollande e per valorizzare l'apporto degli stranieri, i Ministri dell'Interno, del Lavoro e dell'Istruzione superiore e ricerca hanno firmato una nuova circolare sur l'accès au marché du travail des diplômés étrangers (firmata il 31 maggio e pubblicata il 5 giugno 2012) per disciplinare, in maniera più trasparente e uniforme sull'intero territorio nazionale, l'inserimento di coloro che, dopo il completamento degli studi superiori, vogliano iniziare un'attività lavorativa in Francia. Nella circolare viene richiesto ai Prefetti di riesaminare tutte le pratiche presentate dopo il 1° giugno 2011 alla luce delle nuove regole, concedendo agli interessati - nelle more dell'istruttoria, da completare al massimo entro 2 mesi - un'autorizzazione provvisoria semestrale di soggiorno con permesso di lavoro

Il nuovo testo è frutto dell'accordo con le organizzazioni studentesche (UNEF - Union Nationale des Étudiants de France; FAGE - Fédération des Associations Générales Etudiantes), la Conférence des grandes écoles e la Conférence des Présidents d'Université.

La precedente regolamentazione - che tra l'altro richiedeva una specifica attestazione Università/datore di lavoro - si era dimostrata un cattivo biglietto da visita per il Paese (58.419 sono stati gli studenti extra-europei nel 2011 ospitati e migliaia quelli rigettati). Con la nuova regolamentazione si cercherà di far tesoro di uno strumento prezioso per consentire alle aziende francesi, esposte alla concorrenza internazionale, di reclutare persone in possesso delle competenze richieste, indipendentemente dalla loro nazionalità.


 

Luigi Moscarelli
(16 luglio 2012)

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG