• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Entro il 2020 quattro laureati su dieci saranno cinesi e indiani
 


Entro la fine del 2020 quattro laureati su dieci proverranno da due soli paesi: Cina e India. Queste sono le proiezioni dell'OECD, che mostrano un significativo cambiamento nella distribuzione mondiale dei laureati, con le crescenti economie asiatiche in netta rimonta rispetto agli Stati Uniti e all'Europa occidentale.

Si prevede, infatti, che entro il 2020 la Cina rappresenterà il 29% dei laureati nel mondo di età compresa tra i 25 e i 34 anni, seguito dall'India. Il declino più importante sarà registrato dagli Stati Uniti (sotto l'11%), che per la prima volta si attesteranno al terzo posto e, assieme ai paesi dell'Unione europea, conteranno poco più di un quarto del totale. Anche la Russia accuserà un'ulteriore flessione: dall'inizio del secolo il numero dei laureati si è già ridotto quasi della metà. In questo nuovo assetto il Brasile supererà la Germania, la Turchia sorpasserà la Spagna e l'Indonesia avrà un numero di laureati tre volte superiore rispetto alla Francia. In controtendenza il Regno Unito, per cui si prevede un aumento di laureati dal 3% nel 2010 al 4% nel 2020.

L'istruzione superiore è divenuta lo specchio e l'amplificatore della performance economica. All'indomani della seconda guerra mondiale predominavano gli atenei dell'Europa occidentale, del Giappone, della Russia e soprattutto degli Stati Uniti, con quest'ultimi che primeggiavano per ricchezza, influenza e, fino a pochi anni fa, nei numeri. I tempi attuali, invece, vedono l'egemonia della Cina e dell'India. Dietro questo impulso ad accrescere il numero dei laureati vi è un chiaro intento economico, il desiderio di competere con le economie avanzate per occupazioni altamente qualificate e a reddito elevato. Spostarsi dalla "produzione di massa" alle "occupazioni dell'economia della conoscenza" significa, infatti, tassi di occupazione e guadagni migliori, motivo per cui molti paesi ricevono forti incentivi a sviluppare il settore dell'istruzione superiore.

Ci si chiede, tuttavia, se ci sarà un numero sufficiente di posti di lavoro per tutti. L'OECD ha esaminato questo aspetto analizzando una particolare fetta del mercato del lavoro, ovvero le occupazioni legate alla scienza e alla tecnologia. Aumentate rapidamente, rappresentano un esempio di come l'investimento nell'istruzione superiore, e la conseguente crescita, possa generare nuovi tipi di occupazione e apportare benefici economici sostanziali.

 

Elena Cersosimo
(27 luglio 2012)


(Fonte: BBC News Business - End of empire for Western universities?)

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG