• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
L’Università Panafricana seleziona i primi 193 studenti master
 


L'Università Panafricana (PAU) ha selezionato il primo gruppo di master students per tre dei propri istituti (Camerun, Kenia e Nigeria).

La prima idea della PAU risale agli anni Novanta, ma diventa finalmente una realtà il 14 dicembre 2011, quando Jean Ping, presidente della Commissione dell'Unione Africana, ne sancisce ufficialmente la nascita. La nuova università nasce con lo scopo di rivitalizzare l'istruzione superiore africana e incoraggiare la ricerca e la formazione postgraduate.

I 193 studenti, selezionati tra migliaia e provenienti da tutto il Continente, inizieranno entro quest'anno e i loro studi verranno totalmente sovvenzionati dall'Unione Africana. Gli istituti che li accoglieranno sono i più avanzati tra i cinque hub creati negli atenei delle cinque regioni africane. Si tratta dell'Institute of Governance, Humanities and Social Sciences (PAUGHSS) presso l'Università di Yaounde I in Camerun, l'Institute of Basic Sciences, Technology and Innovation (PAUSTI) dell'Università di Agricoltura e Tecnologia Jomo Kenyatta in Kenya, e l'Institute of Life and Earth Sciences (PAULESI) presso l'Università di Ibadan in Nigeria.

A fare la parte del leone è stato il PAUGHSS, con un totale di 80 studenti (23 nel campo dell'interpretariato e della traduzione e 57 nella governance e integrazione regionale); il PAUSTI ha selezionato 70 studenti (16 in ingegneria civile e gestione dei processi costruttivi, 13 in ingegneria elettrica, 14 in biologia molecolare e biotecnologia, 10 in matematica finanziaria, 6 in matematica computazionale e 11 in statistica). Il PAULESI, infine, accoglierà 43 studenti: 8 in salute riproduttiva, 6 in prospezione mineraria e scienze della terra, 21 in gestione ambientale e 8 in miglioramento genetico vegetale.

La maggior parte degli studenti proviene dall'Etiopia, dalla Tanzania o dall'Uganda. Non ci sono studenti dell'Africa settentrionale, ad eccezione del Sudan, e pochi dell'Africa meridionale. Solo 42 di loro sono donne, la maggior parte delle quali intraprenderà gli studi umanistici, sulla governance e sulle scienze sociali a Yaounde.

È attesa per il prossimo anno la selezione degli studenti di dottorato.

 

 

Elena Cersosimo
(23 novembre 2012)

 

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG