• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Francia: incremento della spesa pubblica per istruzione e ricerca
 


"Reussite pour tous" è la parola d'ordine del Piano Fioraso (dal nome del ministro francese per l'istruzione superiore e la ricerca), che sintetizza l'obiettivo prioritario del piano, adottato dal nuovo Governo francese in campo universitario per il prossimo quinquennio. Democratizzazione dell'accesso, semplificazione dell'offerta formativa e miglioramento delle condizioni di vita studentesche ne rappresentano i punti-chiave.

La riuscita negli studi superiori resta fortemente legata alla provenienza sociale. Attualmente ammontano a circa 2,5 milioni gli iscritti nelle istituzioni di istruzione superiore, un milione e mezzo dei quali nelle Università ma il tasso di riuscita varia a seconda del diploma di scuola secondaria superiore. Se, infatti, la quasi totalità dei possessori di un bac général continuano gli studi superiori, li proseguono soltanto il 75% dei diplomati bac technique (dei quali uno su tre non consegue poi il diploma finale) e il 25% di quelli con bac professionnel (che solo per metà giungono alla meta).

Per correggere la tendenza, saranno, tra l'altro, rafforzate le azioni di orientamento e di semplificazione della troppo variegata offerta formativa, che con 3.300 tipologie di licence e 6.600 di master non risulta facilmente comprensibile dagli studenti e dai datori di lavoro.

Sulla base di quanto suggerito dal Rapporto Quel services rendus aux Étudiants par les Universitées? Les Enseignements d'Expériences étrangéres, predisposto dal Centre d'analyse stratégique (CAS) oltre a mantenere basso l'ammontare della tassazione universitaria, saranno aumentati i servizi agli studenti, anche nell'ottica delle esperienze altrove realizzate.

Istruzione superiore e ricerca sono stati relativamente risparmiati dall'austerità di bilancio - che ha interessato gran parte degli altri Ministeri - e hanno addirittura conosciuto un incremento del 2,2% degli stanziamenti necessari per aumentare di una mensilità le borse concesse a 650.000 studenti più bisognosi, per costruire alloggi (ne sono previsti 40.000 nel quinquennio) e per creare un migliaio di nuovi posti di lavoro (5.000 nel quinquennio) nel settore universitario.

 

 
Maria Luisa Marino
(6 dicembre 2012)

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG