• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Dinastie d’Italia. Gli ordini tutelano davvero i consumatori?
Michele Pellizzari e Jacopo Orsini (a cura di)
 


Università Bocconi Editore, Milano 2012, pp. 156
«La riforma degli ordini professionali è solo una parte del processo di liberalizzazione in Italia […] Per esercitare bisogna non solo avere un titolo di studio, ma soprattutto superare molti ostacoli, quali un esame di Stato, la frequenza a corsi di specializzazione, un periodo di praticantato obbligatorio o qualche forma di accertamento dei requisiti professionali operata da chi esercita la professione e non ha alcuna intenzione di dare il via libera a chi potenzialmente è più bravo di lui». Così scrive nella prefazione Tito Boeri, docente di Economia alla Bocconi e opinionista del sito “LaVoce.it”.
Il volume, a cura di Michele Pellizzari (docente di Economia del Lavoro ed Econometria nell’Università Bocconi) e Jacopo Orsini (giornalista de “Il Messaggero.it”), affronta l’annosa questione della presenza degli ordini professionali e di come la legge abbia delegato a questi il potere di imporre una disciplina di entrata e di comportamento al suo interno. La critica più forte è la creazione di enormi barriere per l’esercizio di una professione, che di fatto ostacolano l’entrata ai giovani, a scapito di un regime di libera concorrenza nel settore dei servizi. Gli interventi legislativi che si sono succeduti nel corso degli anni raramente hanno portato grandi cambiamenti, fatta eccezione per il decreto Bersani n. 223 del 4 luglio 2006 che ha eliminato le tariffe minime per gli avvocati, consentendo anche ai giovani avvocati di offrire i loro servizi pari merito con gli avvocati di grande calibro, presenti sulla piazza da più anni.
Il problema che si pongono gli autori è la presenza dei vincoli familiari all’interno degli ordini, che li rende più simili alle caste piuttosto che essere organi in grado di accogliere i nuovi laureati, decisi a intraprendere una carriera professionale ben inquadrata. Inoltre, la presenza di barriere difficili da superare è la causa del possibile azzeramento della concorrenza nel settore dei servizi, elemento alla base della crescita economica di un Paese.
Interessanti i capitoli che analizzano gli ostacoli all’entrata in un determinato ordine e la comparazione tra la regolamentazione italiana e quella degli altri paesi europei (cap. 3), l’importanza delle connessioni familiari nell’accesso agli ordini (cap. 4), la problematica della presenza di ben 28 ordini o collegi in Italia (cap. 8) e le possibili riforme (cap. 10), sempre affossate dalle lobby presenti in Parlamento.
Danilo Gentilozzi
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG