• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
46° Rapporto del CENSIS sulla situazione sociale del Paese – 2012
 


Il 46° Rapporto annuale CENSIS sulla situazione sociale del Paese, presentato alla stampa il 7 dicembre 2012, evidenzia come nell'anno in cui le difficoltà economiche ed i conseguenti effetti sull'occupazione hanno posto in primo piano il problema della sopravvivenza, hanno cominciato ad emergere segnali di riposizionamento anche in merito alle scelte di studio e di lavoro dei giovani, che preferiscono indirizzarsi verso percorsi formativi dai contorni professionali più certi.

? aumentato dell'1,9% il peso delle preiscrizioni agli istituti tecnici e professionali, mentre le immatricolazioni universitarie in calo (- 3% nell'anno in corso che si aggiunge al -6,3% dello scorso anno) hanno privilegiato i percorsi di formazione tecnico-scientifica rispetto ai corsi di laurea di tipo umanistico-sociale. Viene fotografato un sistema universitario compresso tra disillusione giovanile e i processi di cambiamento, laddove il ripiegamento del numero di immatricolati non dipende né da fattori demografici, né da un minore grado di scolarità superiore (nell'ultimo quinquennio il numero di diplomati è aumentato da 449.693 a 459.678 (+2,2%)), bensì da un minor passaggio dall'istruzione superiore all'università.

Lombardia, Emilia Romagna e Lazio sono le tre regioni che nel 2012 sono risultate più attrattive dell'utenza fuori sede, mentre Puglia, Sicilia, Veneto e Campania capeggiano quelle che disperdono più facilmente i propri studenti universitari.

Fenomeno altamente positivo: l'aumentata propensione degli studenti ad effettuare periodi di studio oltre i confini nazionali, nonostante le difficoltà economiche delle famiglie di origine.

 


Maria Luisa Marino
(12 dicembre 2012)

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG