• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Spagna: niente più fondi volontari per progetti educativi in America Latina
 


La Spagna non finanzierà più i programmi dell'Organizzazione degli Stati Ibero-Americani per l'Istruzione, la Scienza e la Cultura (OEI). La Segreteria di Stato per la Cooperazione Internazionale e per l'America Latina, con a capo il suo portavoce Jesús Gracia, ha assicurato che la Spagna continuerà a versare la quota obbligatoria alla OEI (circa 590.000 euro), ma non quella volontaria.

Dal Ministero degli Affari Esteri si assicura che tale decisione è legata al fatto che la OEI non ha giustificato in modo adeguato come sono stati spesi i 65 milioni di euro ricevuti dal Governo spagnolo negli ultimi cinque anni. La OEI ha controbattuto affermando che l'unica motivazione comunicata dal Governo riguarda la mancanza di budget e ha assicurato di non aver ancora giustificato soltanto le spese del 2010 e del 2011 perché i programmi sono ancora in corso. La revisione dei conti è stata affidata a consulenti esterni e approvata dai paesi membri (inclusi Spagna e Portogallo) appena qualche mese fa durante la riunione dei ministri che si è tenuta a Salamanca.

La riduzione dei fondi costituirà un duro colpo per il progetto ibero-americano di alfabetizzazione e per il progetto di mobilità universitaria Pablo Neruda, una sorta di Erasmus ibero-americano per dottorandi.

La OEI ha protestato affermando che il Governo spagnolo non si è reso conto dell'importanza di queste iniziative, a cui si aggiunge il programma "Mete educative 2021" che ha l'obiettivo di mobilitare nel giro di un decennio i circa 78 miliardi di euro che mancano perché l'istruzione latinoamericana possa essere considerata alla pari degli altri paesi avanzati, in occasione del bicentenario dell'indipendenza dei paesi della regione.

Marchesi ha afferma che, nonostante la riduzione della somma stanziata, i programmi colpiti dalla decisione spagnola andranno avanti grazie al Fondo di Solidarietà creato all'interno del programma Mete 2021.

 

 

Traduzione e adattamento dallo spagnolo a cura di Francesca Giordano
(12 dicembre 2012)

 

(Fonte: 
El País, 12-11-2012)
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG