• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
I paesi dell’Africa Orientale approvano una legge per armonizzare i sistemi universitari
 


I cinque paesi membri dell'East African Community (l'organizzazione regionale intergovernativa di cui fanno parte Burundi, Kenya, Ruanda, Tanzania e Uganda) hanno approvato l'Inter University Council for East Africa (IUCEA) Bill 2012, un progetto di legge che cerca di armonizzare e standardizzare i sistemi d'istruzione universitari, ritenuto da molti pedagogisti un passo cruciale per sostenere l'apprendimento nella regione. Tuttavia, non è ancora chiaro quando il progetto di legge diventerà effettivo.

Dalla sua prima stesura nel 2009 vi è stato molto disaccordo su diverse disposizioni. Una misura, in particolare, ha creato parecchie tensioni: se fosse stata approvata, avrebbe dato all'ente regolatore IUCEA il potere di accreditare tutte le istituzioni che operano nella regione e di definire i corsi di studio e il loro contenuto, eliminando così gli enti autonomi dei paesi che oggi svolgono tale ruolo. L'attuale progetto di legge prevede per l'IUCEA un mero ruolo di supervisione sugli organismi. Esso permette altresì agli studenti universitari di muoversi più liberamente tra le istituzioni del blocco, grazie all'accumulazione dei crediti e all'organizzazione dei loro trasferimenti. I paesi EAC avevano già messo in moto un processo d'integrazione firmando nel luglio 2011 un Protocollo di Mercato Comune, che consentiva la libera circolazione dei lavoratori e dei beni nella regione.

Con la nuova legge, i paesi dell'Africa Orientale - che hanno sistemi d'istruzione superiore molto mutevoli e differiscono sulla durata degli studi - troveranno un compromesso. Sarà anche possibile nominare un vice rettore che regga un ateneo assieme ai suoi branch campuses in tutti e cinque i paesi EAC, contro l'attuale sistema che prevede una direzione a se stante per le sedi distaccate. I primi corsi ad essere uniformati saranno quelli di medicina, agraria, ingegneria e scienze di base, i cui percorsi di studio sono già stati definiti.

 


Elena Cersosimo
(28 dicembre 2012)

 


(Fonte: University World News - 25/11/2012: East African ministers approve HE harmonisation law)

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG