• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Il nuovo ministro è Maria Chiara Carrozza
MIUR
 


Dopo Francesco Profumo, un altro rettore di formazione scientifica alla guida del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca: Maria Chiara Carrozza, infatti, ha ricoperto l’incarico di rettore della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa dal 2007 fino al febbraio scorso, quando è stata candidata capolista alla Camera per il Partito Democratico in Toscana.
 
Nata nel 1965, due figli, dopo la laurea in Fisica nell’Università di Pisa, ha conseguito il PhD in Ingegneria alla Sant’Anna, dove è ordinario di Bioingegneria industriale nell’Istituto di Biorobotica. Le sue competenze scientifiche non potranno che giovare a un settore di importanza strategica per il futuro dell’Italia.
 
È stata visiting professor nell’Università Tecnica di Vienna; è membro del comitato scientifico del laboratorio congiunto Italia-Giappone “Robocasa” per la robotica umanoide nella Waseda University di Tokyo; è professore onorario dell’Università cinese dello Zhejiang; ha tenuto corsi e seminari in diverse università straniere, tra cui Salford University (UK), Waseda University di Tokyo, Ecole Politecnique de Lausanne, Zhejiang University, Collège de France, Ecole Normale Supérieure, Zurich University, Massachussets Institute of Technology. È membro della IEEE Society of Engineering in Medicine and Biology (EMB), della IEEE Society of Robotics and Automation (R&A) e del Gruppo Nazionale di Bioingegneria (GNB).
 
Coordina diversi progetti finanziati dalla Commissione Europea, dal MIUR e dalla Regione Toscana nel settore della neuro-robotica nel campo delle protesi di arto superiore e inferiore, è esperto scientifico del panel ENG dell’European Research Council (ERC) e membro del Comitato Scientifico del Centro Studi di Confindustria. È anche autrice di numerose pubblicazioni.
 
Insomma, un brillante e prestigioso curriculum che abbiamo dovuto sintetizzare per motivi di spazio. Ma a prescindere dai tanti incarichi nazionali e internazionali che ne arricchiscono il profilo professionale, Carrozza ha le idee chiare sul valore del dicastero che è stata chiamata a guidare: «Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca deve svolgere un ruolo fondamentale nel far ripartire le speranze del Paese. Con spirito di servizio metto a disposizione la mia esperienza per convincere gli italiani che l’istruzione e la conoscenza sono pedine fondamentali per la ripresa culturale ed economica dell’Italia. Dobbiamo aiutare i più meritevoli a studiare secondo i dettami della Costituzione, dare fiducia ai ricercatori e offrire nuove motivazioni a tutto il corpo insegnante. Dobbiamo dare forza e prospettive alle imprese, costruendo un Paese che individui grandi aree di investimento, di ricerca, di innovazione nell’industria, nell’agricoltura e nei servizi». Non manca poi di sottolineare che «investire nella conoscenza significa investire sul futuro, nell’unica risorsa che non si può spostare altrove per essere prodotta a costi più bassi: è un settore che crea e salva posti di lavoro e questa è la nostra massima preoccupazione».
 
Nel numero 111 di Universitas Maria Chiara Carrozza è intervenuta sul tema della governance, presentando l'esperienza della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa.

Sono stati anche designati i nuovi presidenti delle Commissioni permanenti di Camera e Senato: Giancarlo Galan (Pdl, già governatore del Veneto) alla VII Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati e l’imprenditore Andrea Marcucci (Pd, sottosegretario ai Beni e alle Attività Culturali nella scorsa legislatura) alla 7a Commissione Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport del Senato. Tra i membri di questa Commissione, Stefania Giannini, già rettore dell’Università per Stranieri di Perugia che ha lasciato l’incarico per candidarsi con Scelta civica per l’Italia. Stefania Giannini, tra l’altro, ha fatto parte del comitato scientifico della rivista “Universitas”.


Isabella Ceccarini
(maggio 2013)
 
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG