• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
La Commissione Europea invita i ricercatori a presentare la candidatura alle Borse Marie Curie
 


Entro il 14 agosto 2013 i ricercatori europei possono presentare le loro proposte di ricerca per l’assegnazione dell’ultima tranche delle Borse Marie Curie del VII Programma Quadro. Saranno attribuite 1.000 borse per un totale complessivo di 227 milioni di euro, l’importo più elevato finora previsto per tale tipologia di finanziamenti.

Le borse individuali patrocinate sono di tre tipi:

  • •borse intraeuropee (IEF), che aiutano i ricercatori ad acquisire conoscenze e nuove abilità in un altro Paese europeo;
  • •borse internazionali in uscita (IOF), che offrono ai ricercatori la possibilità di acquisire nuove conoscenze presso un’organizzazione di alto livello al di fuori dell’Europa. Sulla base del contratto d’assegnazione della borsa i ricercatori sono tenuti a ritornare in Europa e a condividere le loro conoscenze;
  • •borse internazionali di accoglienza (IIF), che consentono ai ricercatori extraeuropei di ricevere una formazione presso un’istituzione europea.

La selezione si baserà sull’eccellenza, sull’innovatività della ricerca proposta, sull’approccio formativo, nonché sul sostegno offerto dall’organizzazione patrocinante.

Circa la metà dello stanziamento del Programma UE favorisce la formazione a livello di dottorato dei ricercatori; un quarto (24%) attribuisce borse ai ricercatori aventi un’esperienza post-master di oltre 4 anni. Il rimanente importo sovvenziona i partenariati industria-università, oltre ai sistemi di scambi e alle forme di integrazione per la carriera dei ricercatori, che dall’estero rientrano nell’Unione Europea.

Dal 2007 sono state concesse oltre 4.000 borse a ricercatori – un terzo dei quali è donna – di 90 nazionalità operanti in 50 Paesi. Destinazioni privilegiate sono Regno Unito, Stati Uniti, Francia, Germania e Svizzera.
 
Maria Luisa Marino
(27 maggio 2013)
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG