• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Francia: nuova riforma universitaria e maggiori aiuti finanziari agli studenti
Paesi UE
 


L'a.a. 2013-14 si apre in Francia con l'approvazione della nuova riforma universitaria e l'adozione di importanti misure di aiuto finanziario agli studenti. L'obiettivo - come ha dichiarato il ministro per l'Istruzione superiore e la Ricerca Geneviève Fioraso - è assicurare una maggiore democratizzazione degli accessi e il raggiungimento del 50% nel tasso di iscrizione universitaria.

Vediamo di seguito i punti più qualificanti del primo provvedimento.

Organizzazione didattica:
· la continuità e progressività dell'orientamento studentesco;
· la diversificazione e il rinnovamento delle metodologie pedagogiche;
· la possibilità di modificare la scelta degli studi durante il percorso formativo senza necessità di ricominciare dall'inizio;
· l'approfondimento degli aspetti professionalizzanti, sia con alternanza studio-lavoro nelle aziende e sia con stage operativi organizzati soprattutto nel 1° ciclo.

Ricerca:
· preservazione e rafforzamento della ricerca fondamentale (la Francia è posizionata al 6° posto nei ranking internazionali);
· miglioramento della capacità di trasformare i risultati della ricerca in innovazione in tutti i settori, favorendo l'interazione tra scienza e società.

Istituzioni:
· semplificazione delle procedure di accreditamento delle istituzioni e di quelle relative alla governance;
· ampliamento delle deroghe all'uso esclusivo del francese (finora previsto dall'art. 2 della Legge Toubon) per accogliere - senza l'ostacolo della lingua - più studenti provenienti dai Paesi emergenti.


Altrettanto importante appare la riforma degli aiuti finanziari agli studenti che, introdotta in due fasi a partire da quest'anno, è stata favorevolmente accolta dalle Associazioni studentesche.

Dando la priorità agli studenti provenienti dalle famiglie più svantaggiate, sarà operato nel biennio:

· un aumento delle sovvenzioni (€ 700, +15%) a favore di studenti appartenenti a famiglie con basso reddito;
· l'introduzione di 55.000 borse pari a € 1.000 annui per appartenenti alla classe media, con reddito non elevato, che devono lavorare per mantenersi agli studi;
· aumento di 1.000 borse di studio (di importo variabile da € 4.000 a € 5.500 annui) a favore degli studenti senza sostegno familiare.

 
Da settembre sono aumentate dell'1% (adeguamento al tasso di inflazione) tutte le altre sovvenzioni ed entro tale limite si è mantenuta la crescita delle tasse universitarie (€ 183 per la licence (+€ 2), €254 per il master (+€ 4); € 388 per il dottorato (+€ 8).

Il ministro si è impegnato a creare nel quinquennio 50.000 alloggi studenteschi, 1.000 posti di lavoro nel settore e a riassorbire 8.400 precari, attribuendo inoltre un budget pari a € 4 miliardi ai Programmes d'investissement d'avenir 2.

 

 

Maria Luisa Marino
(settembre 2013)

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG