• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Francia: nuova riforma universitaria e maggiori aiuti finanziari agli studenti
Paesi UE
 


L'a.a. 2013-14 si apre in Francia con l'approvazione della nuova riforma universitaria e l'adozione di importanti misure di aiuto finanziario agli studenti. L'obiettivo - come ha dichiarato il ministro per l'Istruzione superiore e la Ricerca Geneviève Fioraso - è assicurare una maggiore democratizzazione degli accessi e il raggiungimento del 50% nel tasso di iscrizione universitaria.

Vediamo di seguito i punti più qualificanti del primo provvedimento.

Organizzazione didattica:
· la continuità e progressività dell'orientamento studentesco;
· la diversificazione e il rinnovamento delle metodologie pedagogiche;
· la possibilità di modificare la scelta degli studi durante il percorso formativo senza necessità di ricominciare dall'inizio;
· l'approfondimento degli aspetti professionalizzanti, sia con alternanza studio-lavoro nelle aziende e sia con stage operativi organizzati soprattutto nel 1° ciclo.

Ricerca:
· preservazione e rafforzamento della ricerca fondamentale (la Francia è posizionata al 6° posto nei ranking internazionali);
· miglioramento della capacità di trasformare i risultati della ricerca in innovazione in tutti i settori, favorendo l'interazione tra scienza e società.

Istituzioni:
· semplificazione delle procedure di accreditamento delle istituzioni e di quelle relative alla governance;
· ampliamento delle deroghe all'uso esclusivo del francese (finora previsto dall'art. 2 della Legge Toubon) per accogliere - senza l'ostacolo della lingua - più studenti provenienti dai Paesi emergenti.


Altrettanto importante appare la riforma degli aiuti finanziari agli studenti che, introdotta in due fasi a partire da quest'anno, è stata favorevolmente accolta dalle Associazioni studentesche.

Dando la priorità agli studenti provenienti dalle famiglie più svantaggiate, sarà operato nel biennio:

· un aumento delle sovvenzioni (€ 700, +15%) a favore di studenti appartenenti a famiglie con basso reddito;
· l'introduzione di 55.000 borse pari a € 1.000 annui per appartenenti alla classe media, con reddito non elevato, che devono lavorare per mantenersi agli studi;
· aumento di 1.000 borse di studio (di importo variabile da € 4.000 a € 5.500 annui) a favore degli studenti senza sostegno familiare.

 
Da settembre sono aumentate dell'1% (adeguamento al tasso di inflazione) tutte le altre sovvenzioni ed entro tale limite si è mantenuta la crescita delle tasse universitarie (€ 183 per la licence (+€ 2), €254 per il master (+€ 4); € 388 per il dottorato (+€ 8).

Il ministro si è impegnato a creare nel quinquennio 50.000 alloggi studenteschi, 1.000 posti di lavoro nel settore e a riassorbire 8.400 precari, attribuendo inoltre un budget pari a € 4 miliardi ai Programmes d'investissement d'avenir 2.

 

 

Maria Luisa Marino
(settembre 2013)

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG