• Studenti di successo
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Camerino, il futuro non crolla
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Proteste negli atenei turchi
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
ANIE - Education: previsto l'inserimento occupazionale di 2 mila Ingegneri e 2 mila periti elettrotecnici
 


Sono 2.000 gli ingegneri che dovrebbero entrare nel corso dell'anno nelle aziende elettroniche ed elettrotecniche e 2mila diplomati in istituti tecnici professionali con specializzazioni in elettronica elettrotecnica e meccanica, informatica e telecomunicazioni, e istituti tecnici a indirizzo economico. Sono richiesti in particolare gli ingegneri elettronici (23,72%), elettrici (22,93%), meccanici (17,87). Le aziende assumono anche laureati in altri settori per il 5,6%.

Un terzo degli ingegneri, 600, entrano in azienda con lauree triennali, anche se il livello di specializzazione richiesto è soprattutto quello magistrale.
I contratti sono a tempo determinato, apprendistato, stage e contratto a progetto e solo per il 14,29% dei casi il contratto è a tempo indeterminato.

Nell'inchiesta dell'Anie (Federazione Nazionale delle imprese elettriche ed elettrotecniche), da cui emergono i dati grazie a interviste a 600 aziende federate, gli ingegneri più difficili da reperire sono quelli elettronici, seguita dai laureati in ingegneria elettrica e meccanica. Le problematiche dei neo assunti - secondo l'indagine Anie - è la poca conoscenza del mondo lavorativo, l'incapacità di adattarsi alle esigenze aziendali, la poca propensione relazionale, l'orientamento al risultato e poca flessibilità e carenza di conoscenza della lingua straniera.

Per far incontrare scuola e mondo del lavoro in anticipo l'Anie collabora con istituti tecnici e università con stage, brevi percorsi lavorativi per gli studenti
. L'industria spesso supporta le tesi di laurea e la partecipazione a "carrer day" di ateneo. Nel 2012 ha istituito un comitato tecnico di educazione (Cte) per creare innovazione e valore attraverso lo scambio tra scuola e impresa: domanda e offerta si devono incontrare nell'ottica della competitività.



Marialuisa Viglione
(18 novembre 2013)

Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
31. Capaci e meritevoli. Il diritto allo studio universitario in Italia e in Europa
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG