• Studenti di successo
  • Da Expo 2015 a Human Technopole
  • Dossier sul Diritto allo studio
  • Proteste negli atenei turchi
  • Camerino, il futuro non crolla
  • I laureati per una società migliore
NOTIZIE DALL'ITALIA
31/12/2016
Università: approvato il nuovo decreto “Ava” che istituisce le lauree professionali
01/12/2016
ITWIIN 2016 premia l'invenzione e l'innovazione femminili
30/11/2016
Rapporto Svimez 2016: un MIT del Mezzogiorno per contrastare l’impoverimento culturale del Sud Italia
15/11/2016
Le potenzialità dell’e-learning e le sfide per la modernizzazione delle università europee
14/11/2016
Università: le riserve del Consiglio di Stato sulle cattedre Natta
20/10/2016
Riparte a Bologna il Master in Editoria voluto da Umberto Eco
Leggi tutte le notizie dall'Italia
NOTIZIE DALL'ESTERO
13/12/2016
Unione europea: nuove iniziative lanciate dalla Commissione contro la disoccupazione giovanile
12/12/2016
Unione europea: nominato il comitato di alto livello per la scienza e la tecnologia
16/11/2016
Francia: in aumento le iscrizioni nelle cinque università cattoliche
14/11/2016
Call Erasmus+ per il 2017: bilancio totale di oltre due miliardi di euro
27/10/2016
America Latina: verso uno spazio dell’istruzione superiore ibero-americano
26/10/2016
Russia: freno allo sviluppo del sistema universitario, sospeso il Progetto 5-100
Leggi tutte le notizie dall'estero
Cimea
Cimea
Sito 
segnalato da Freeonline.it
Germania: più trasparenza nei rapporti fra università e industria
 


Le università tedesche hanno accolto con favore le proposte avanzate dallo Stifterverband per una maggiore trasparenza nella collaborazione fra università e industria. Lo Stifterverband (letteralmente: associazione di donatori per la promozione di Scienze e Lettere) è una rete di fondazioni, imprese e individui che sostengono il sistema universitario e di ricerca del Paese, sostenuta da circa 3.000 donatori, tra cui Deutsche Bank e Daimler. Tra le altre cose, lo Stifterverbandgestisce vari programmi per rafforzare lo sviluppo dell'università e della ricerca. 

Le raccomandazioni pubblicate ad aprile sottolineano la "responsabilità per le università di informare regolarmente il pubblico sui loro progetti di collaborazione con l'industria". Lo Stifterverband nota che, per via della loro rilevanza nell'istruzione universitaria, "le partnership strategiche a lungo termine devono diventare particolarmente visibili in termini di ampiezza, obiettivi e destinatari". Gli atenei dovrebbero sviluppare linee guida e procedure che regolino il compito di pubblicare rapporti almeno una volta all'anno, mentre si ammette che le attività di informazione dovrebbero essere coordinate da professionisti della comunicazione in accordo con le aziende nel contesto di contratti di ricerca. Data l'importanza del settore ricerca e sviluppo nel mantenere la competitività, le aziende "devono esser chiare in ciò che deve esser gestito dagli studenti come segreto commerciale o aziendale": mentre le imprese riconoscono l'interesse delle università nel pubblicare risultati, è necessario rispettare le norme sulla proprietà intellettuale. Questo riguarda anche la pubblicazione di tesi di laurea o di dottorato su progetti di collaborazione che contengano informazioni aziendali sensibili. La trasparenza riguarda infine anche l'obbligo di rivelare legami economici con donatori privati sulla pubblicazione di studi e rapporti, e di rendere pubblica la gestione di lasciti o relazioni con sponsor vari. 

Horst Hippler, presidente della Conferenza dei Rettori (Hochschulrektorenkonferenz) tedesca, ha definito le raccomandazioni "un utile contributo al dibattito da sviluppare sul rapporto tra università, industria e politica". Ha comunque ribadito che le norme e le procedure accademiche devono avere la priorità per quanto riguarda le tesi di laurea, di dottorato e di master. "Anche se le tesi vengono redatte in collaborazione con aziende - ha rimarcato - i relatori devono approvare in anticipo l'argomento, il modo in cui è sviluppato e gestito ed eventualmente le regole riguardanti il segreto aziendale. E questi accordi devono esser vincolanti anche per le imprese"

  

Manuela Borraccino
(9 maggio 2016)


(Fonte:  Universities want transparency in links with industry, University World News - 22 aprile 2016)
Idee di Università
Universitas Reviews
Iscriviti alla newsletter
QUADERNI
27. Lo Spazio Europeo dell'Istruzione Superiore. Verso il 2020
Cimea
Universitas per iPhone e iPad
In merito al talento
Tag
Più valore al futuro
 
 
 
Viale XXI Aprile 36, 00162 Roma - universitas@fondazionerui.it - rivistauniversitas.it
CODICE ISSN: 2283-9119

Web Consulting: ATG